Pubblicato il

I Ds dimettono'' Attig: «Non possono farlo»

La vicenda covava sotto le ceneri dell'incendio pre-elettorale che aveva portato alla candidatura di Marco Piendibene. La segretaria dei Ds, Annalisa Tomassini aveva avvertito che chi si candidava con la sinistra era «automaticamente fuori» dalla Quercia. Ma il bubbone è scoppiato all'indomani delle dichiarazioni di Fabiana Attig, che aveva criticato l'atteggiamento del sindaco Saladini subito dopo lo scioglimento della seduta di Consiglio. Una scarna nota dei Ds è partita dalla segreteria comunicando che la «firma di Fabiana Attig con la qualifica di dirigente del Ds risulta arbitraria rispetto alle norme dello statuto che escludono dal Ds quanti si sono candidati in una lista diversa da quella del proprio partito». Pronta la replica della Attig che annuncia battaglia: «nessuno degli attuali organismi dirigenti locali ha facoltà  di estromettere o cacciare dirigenti politici nominati dal congresso. I Ds sono un partito in cui la sovranità  appartiene alle iscritte ed agli iscritti che la esercitano secondo lo Statuto Nazionale».

ULTIME NEWS