Pubblicato il

«Infermieri, i sindacati non sono stati assenti»

Sono più d'una le risentite precisazioni fatte dalla Fp Cgil in merito alla situazione degli infermieri denunciata ieri da La Provincia. In particolare il sindacato rivendica un ruolo attivo, che avrebbe portato all'ottenimento delle 26 sostituzioni e ad un accordo per l'indizione di un bando per 50 nuove unità . La Cgil spiega anche di aver già  lamentato la carenza di personale «in quanto il numero di laureati è inferiore alle necessità ». Secondo la sigla inoltre i problemi della Asl «vengono da lontano e necessitano di impegno e partecipazione per la loro soluzione, cosa che il sindacato fa con impegno e responsabilità , in una situazione molto difficile». La Fp Cgil conclude giudicando «irriguardoso» il riferimento al mancato utilizzo del personale dell'Spdc, (che al contrario «è stato utilizzato, all'interno del Dipartimento di Salute Mentale con le modalità  concordate tra la Regione e la Dirigenza della Asl») e definendo «non utile alla soluzione dei problemi, insinuare ulteriori malumori che inneschino conflitti tra lavoratori».

Prendiamo atto della replica della Fp Cgil. Tuttavia ci sembra opportuno quantomeno ricordare che dell'intenso e alacre lavoro sindacale rivendicato dalla sigla in questione poco o nulla sanno i lavoratori (coloro cioè che il sindacato dovrebbe rappresentare), tanto che alcuni hanno ritenuto per questo di doversi rivolgere alla stampa. Quanto agli infermieri dell'Spdc, è sufficiente leggere l'articolo per intuire che la mancata ricollocazione del personale lamentata dai colleghi viene imputata non già  al personale stesso, quanto piuttosto a chi lo dirige. Nessuno intende sminuire il lavoro dei sindacati, purchà© dare voce a legittime denunce non diventi occasione per qualcuno di puntare il dito contro la solita stampa parziale o scandalistica'', alla quale però tutti (sindacati compresi) stranamente ancora ricorrono.

ULTIME NEWS