Pubblicato il

Moscherini deve restare al suo posto

Illustrissimo signor Gianni Moscherini,


chi scrive è un civitavecchiese puro sangue, un civitavecchiese che da giovane ha lavorato presso la società  S.I.L.M. per un periodo di circa sedici mesi, alla costruzione del braccio dell’Antemurale e al suo prolungamento ed inoltre ha fatto 86 turni come camallo, picchiatelli, così venivamo chiamati dai soci, e sono nipote (da parte di mia mamma) dì un socio fondatore della Compagnia Portuale Roma

Un giorno, precisamente il 27/12/2004, mi recai presso il Forte Michelangelo per visitare la mostra dei presepi e all’uscita mi soffermai ad ammirare il porto che non vedevo da molti anni e mi creda, rimasi quasi estasiato nel ritrovarlo così immenso, grande, pulito, importante e non so quali altri aggettivi potrebbero descriverlo.

Quotidianamente Leggo sui giornali a diffusione Locale, regionale e nazionale i problemi riguardanti la sua conferma alla dirigenza del porto ed io sono convinto che per mille validissime ragioni solo Lei può ancora rivestire questa carica, perchà© solo Lei resterà  il creatore di questa inestimabile ed importantissima opera di riqualificazione del porto che ci ha fatto raggiungere uno dei più alti traguardi in Europa, classificandoci addirittura terzi al livello mondiale, elevando così la città  che indubbiamente è a me molto cara.

Per tutto ciò le voglio dire grazie.
Ho letto le sue esternazioni riportate sul giornale del 25/06/2006 che io pienamente condivido e vorrei dirle lotti, lotti con tutta la sua forza, non solo materiale ma forte di una grande professionalit&agrave

ULTIME NEWS