Pubblicato il

Tenta di uccidere il padre con l'aiuto della fidanzata

Giovane coppia arrestata dai carabinieri. La vittima, un santamarinellese di 56 anni, è ferito gravemente ma non è in pericolo di vita

Giovane coppia arrestata dai carabinieri. La vittima, un santamarinellese di 56 anni, è ferito gravemente ma non è in pericolo di vita

Si introducono nella notte in casa di un uomo e tentano di ucciderlo a coltellate. E' la brutta storia accaduta tra venerdì e sabato a Prato del Mare. La vittima, P.G. di 56 anni, è stato aggredito dal figlio trentenne e dalla fidanzata di quest'ultimo, sua coetanea. I due giovani stando a quanto avrebbe raccontato la vittima, salva per miracolo, si sarebbero introdotti all'interno dell'appartamento servendosi di una scala che si erano portati da Roma, dove risiedono. Dopo essere entrati da una finestra si sono avventati sul 56enne, che stava dormendo ed è stato svegliato dai rumori. I due gli sono saltati addosso e lo hanno accoltellato, all'addome prima ed alla gola poi, ferendolo gravemente ma senza recidere alcuna delle arterie principali e poi si sono dati alla fuga. Il santamarinellese, allo stremo, è riuscito a chiamare i carabinieri, che lo hanno soccorso trasportandolo all'ospedale, dove è stato dichiarato fuori pericolo. Grazie alla testimonianza dell'uomo i militari dell'Arma, nella stessa notte, hanno raggiunto l'appartamento capitolino della coppia, arrestando i due giovani con l'accusa di tentato omicidio. Secondo quanto affermato dalla vittima inoltre, il figlio sarebbe affetto da disturbi psichici, dei quali invece non soffrirebbe la sua fidanzata.

ULTIME NEWS