Pubblicato il

Ballottaggio, Prc: “Bacheca non va riconfermato. Su Fronti libertà di voto”

SANTA MARINELLA – Ballottaggio, il Prc  rigetta il sostegno a Bacheca e lascia libertà di voto per Fronti. “Malgrado il rammarico per il mancato ingresso di Renzo Barbazza nei banchi del consiglio per soli 8 voti si legge in una nota – il PRC esprime soddisfazione per il buon risultato elettorale della lista “Sinistra Unita”, in cui i candidati di Rifondazione sono stati i più votati della coalizione “Alternativa per il cambiamento”. Questo risultato è il riconoscimento del lavoro svolto sul territorio in questi anni ed un incoraggiamento a proseguire. Il sindaco uscente Bacheca è stato indubbiamente favorito dalla divisione del centrosinistra, dovuta alla irresponsabile scelta del Pd di escludere la sinistra dalla coalizione e dalle primarie, differenziandosi in tal modo sia da Zingaretti che da Ignazio Marino, favorito nel ballottaggio romano. Risultati alla mano, la candidatura di Fronti si è infatti dimostrata, come il PRC ha sempre sostenuto, non rappresentativa del centrosinistra e non convincente come alternativa a Bacheca. Su questo si auspica che il PD e la lista civica “Un’altra città è possibile” avviino una profonda riflessione per il futuro del centrosinistra locale. Coerentemente a quanto espresso in campagna elettorale, il PRC ha rifiutato qualunque ipotesi di apparentamento con la coalizione di Fronti”. “Le sue famose 9 delibere – spiegano dal Prc – presentano lacune programmatiche significative: l’assenza della “ri-pubblicizzazione” del servizio idrico, una poco convincente difesa del territorio e messa in sicurezza dal rischio idrogeologico, fino alle ambiguità sull’edilizia concordata e piani integrati. Rispetto al candidato Fronti, il PRC lascia i cittadini liberi di votare secondo coscienza al ballottaggio. Rimandiamo al dopo 12 giugno qualsiasi tipo di confronto nel centrosinistra, a cui siamo assolutamente disponibili, a cominciare dal netto rifiuto di un certo modo“padronale” di concepire la politica”. Il PRC invita invece i cittadini a rigettare ogni ipotesi di riconferma di Bacheca, “espressione – dice – di una politica clientelare ed affaristica, responsabile della devastazione del nostro territorio, della privatizzazione del verde e damanio pubblico, nonché di numerose infrastrutture comunali. Riteniamo fallimentari le scelte dall’amministrazione uscente sul porticciolo, che hanno ulteriormente accresciuto il potere di ricatto della Porto Romano, sulla gestione della Multiservizi, sui piani integrati (tra cui il tanto discusso piano Benigni/Alibrandi), sul Piano Casa, applicato senza restrizioni nell’area dell’ex cementificio, sul nuovo Pua dove vengono previste 22 nuove concessioni demaniali, sulla GESAM, incapace di portare a venti una raccolta differenziata decente, sulla viabilità cittadina, congestionata dalle innumerevoli “grandi opere” incompiute”.

 

ULTIME NEWS