Pubblicato il

Bilancio conclusivo per "Sbornia di vita", nelle scuole contro l'abuso di alcolici e psicoattivi

CIVITAVECCHIA – Esposti questa mattina, presso la sala riunioni della ASL Roma F, i risultati delle due annualità del progetto “Sbornia di vita”, finanziato dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. e offerto su proposta del Comitato Locale della Crose Rossa in collaborazione con la ASL Roma F. L’iniziativa, che si propone di studiare le abitudini alcoliche dei giovani in funzione della prevenzione dell’alcolismo giovanile sul territorio di Civitavecchia, ha registrato nella sua prima edizione un aumento del consumo di bevande alcoliche durante il fine settimana. La seconda, articolatasi in due fasi, l’una costituita da lezioni nelle scuole sulla prevenzione all’abuso di alcolici e sostanze psicoattive, l’altra, tenutasi nella stagione estiva, con i volontari della Croce Rossa impegnati  a somministrare l’etilometro a coloro che si sono sottoposti all’alcol test nei fine settimana, ha confermato il trend della prima. «Questa iniziativa ha aperto una finestra su un grande problema, legato all’uso incontrollato di un prodotto legalizzato» ha precisato il presidente della ASL Roma F, Giuseppe Quintavalle. «Per combatterlo adeguatamente  – ha continuato – sarà necessario intervenire sempre più in fase di prevenzione, per informare sulle conseguenze dell’abuso di queste sostanze e far sì che il divieto di guida per chi lo pratica venga rispettato».

 

ULTIME NEWS