Pubblicato il

Niente stipendio, tirocinanti della giustizia in protesta

Niente stipendio, tirocinanti della giustizia in protesta

CIVITAVECCHIA – Non hanno intenzione di rientrare in tribunale i 27 tirocinanti della giustizia che da circa due mesi lavorano presso il palazzo di giustizia senza nulla in cambio. Da quanto denunciato dagli stessi tirocinanti, infatti, ad oggi non sarebbero stati pagati gli stipendi (circa 500 euro di rimborso spese). “Abbiamo chiesto spiegazioni – hanno detto fuori dal palazzo comunale – prima alla cooperativa che aveva garantito per i nostri salari che, sottolineando come il comune abbia un debito nei suoi confronti (si parlerebbe di circa 600mila euro) non può anticipare i soldi, come promesso”. E per ottenere qualcosa, i tirocinanti hanno bussato in massa questa mattina alla porta del sindaco Tidei che ha annunciato “il pignoramento dei soldi che l’amministrazione avrebbe dovuto usare per il pagamento dei salari” (sarebbero sempre i soldi che il tribunale ha pignorato al Comune su richiesta del Consozio delle imprese che hanno effettuato i lavori di copertura alla trincea ferroviaria e che ad oggi lo stesso tribunale non ha ancora svincolato ndc). Ma non solo. A quanto pare il Sindaco, incalzato da una tirocinante che sottolineava la difficoltà economica a cui devono far fronte ben 27 famiglie “avrebbe risposto di andare a parlare con il presidente del Tribunale”. Una risposta che non è piaciuta ai tirocinanti della giustizia che ora, si dicono stanchi. “Abbiamo dato abbastanza. Dopo due mesi e una settimana di lavoro, senza mai uno stipendio in tasca, abbiamo deciso di fermarci. Fino al pagamento dello stipendio non rientreremo in tribunale”.

ULTIME NEWS