Pubblicato il

Aggressione in piscina, iniziato il processo

CIVITAVECCHIA – E’ iniziato questa mattina il processo per il caso del giovane pallanuotista civitavecchiese, Gianluca Faluschi, rimasto vittima di un colpo a gioco fermo da parte di un avversario, Andrea Annibaldi. I due si trovarono di fronte in una gara del campionato under 17 nell’aprile 2011 svoltasi al palagalli. Ad un gol importante del Centumcellae, squadra dove giocava Faluschi, lo stesso esultò per la realizzazione del suo compagno di squadra e Annibaldi, che indossava la calottina del Gabbiano Ladispoli, lo colpì violentemente con una gomitata al costato, che poi gli provocò l’asportazione della milza. Annibaldi adesso deve rispondere di lesioni gravi.
All’udienza di oggi è stato ascoltato proprio il giovane Faluschi, che ha fornito il proprio raconto dell’episodio. Dopo di lui, il giudice Francesco Filocamo ha chiamato a testimoniare anche gli agenti del commissariato di viale della Vittoria che hanno eseguito le indagini del caso, i quali hanno semplicemente riportato il modus operandi dell’indagine, coordinata dal pm Lorenzo Del Giudice. Il processo è stato poi aggiornato al prossimo 22 ottobre, quando si proseguirà con l’escussione dei testi convocati dalla pubblica accusa. Va detto che, su questo stesso caso, si è già espressa la giustizia sportiva, che ha deciso per la radiazione dell’ex pallanuotista del Gabbiano Ladispoli.

ULTIME NEWS