Pubblicato il

«Nessuna deroga al patto di stabilità»

di SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA – «Nessuna deroga al patto di stabilità. Si tratta di una legge nazionale a cui nessuno può sottrarsi». Risponde così il sindaco Tidei alla ricetta suggerita dalle organizzazioni sindacali durante l’assemblea pubblica per salvare Hcs mantenendo tutti i servizi pubblici.
In quell’occasione infatti, il segretario generale della CdLT Cgil Roma Nord Civitavecchia Cesare Caiazza aveva suggerito al primo cittadino di chiedere «una deroga al patto di stabilità così da poter accendere nuovi mutui e pagare i debiti pregressi». Impossibile per Tidei. «La legge parla chiaro. Dobbiamo mantenerci sotto il 6% imposto dal patto di stabilità, motivo per cui – ha sottolineato ancora una volta – il comune ha già pagato in anticipo oltre 1milione di euro di debiti contratti per mantenerci sotto la soglia imposta dal Governo e che dal 2014 sarà solo del 4%». Ed è tornato a ribadire come il «comune di Civitavecchia sia uno dei pochissimi comuni in Italia ad aver approvato il bilancio di previsione 2013 a causa dei tagli e delle ristrettezze imposte dal Governo».

ULTIME NEWS