Pubblicato il

L'onorevole Tidei: «Il Pd non può morire di correntismo»

CIVITAVECCHIA – «Ha ragione il presidente Zingaretti a chiedere con forza un cambio di passo  per rifondare un partito che attualmente appare un ‘‘arcipelago di gruppi senza identità’’». A plaudire alle parole del presidente della Regione Lazio è l’onorevole Marietta Tidei: «Non dobbiamo morire di correntismo, non dobbiamo arrenderci a una logica di partito fatto di pochi gruppi che faticano a remare nella stessa direzione e parcellizzano lo sforzo corale rendendolo più sbiadito e confuso, oltre a non rispecchiare a pieno gli equilibri del gruppo parlamentare, che è stato espressione diretta del popolo delle primarie che lo ha indicato». E per l’onorevole, ora, il segretario Epifani (a cui Tidei esprime il suo sostegno) ha davanti a sé un compito difficile ma allo stesso tempo fondamentale: «Traghettare il Pd a un congresso  che apra una nuova fase, quella di un partito davvero  coeso, un partito che appartenga ai suoi elettori, ai suoi simpatizzanti e ai suoi militanti».

ULTIME NEWS