Pubblicato il

Santa Marinella: alle urne il 41,16% degli aventi diritto

Santa Marinella: alle urne il 41,16% degli aventi diritto

SANTA MARINELLA – Nonostante il calo dell’affluenza, Santa Marinella registra la più alta percentuale di elettori che nella giornata di ieri si sono recati alle urne rispetto alle città della provincia di Roma per le quali era previsto il turno di ballottaggio. Nella Perla del Tirreno, fino alle 22 di ieri aveva votato il 41,16% degli aventi diritto, contro il 49,56% di due settimane fa. Alle 19, sempre ieri aveva invece votato il 33,06% contro il 40,42% del primo turno, mentre alle 12 avevano votato solo il 13, 67% contro il 15,81% del primo turno. Santamarinellesi alle urne anche nella giornata di oggi dalle 7 alle 15. Subito dopo, spoglio dei voti per proclamare il nome del sindaco di Santa Marinella tra l’uscente Roberto Bacheca in quota centrodestra,  che due settimane fa ha ottenuto 4.630 preferenze, pari al 45,69%, e Massimiliano Fronti del centrosinistra che si è fermato a 3.345 voti, pari al 33,01%. In queste due settimane di tempo, intercorrente tra il primo turno e il ballottaggio, la battaglia politica è stata ardente. Interventi al vetriolo da una parte e dall’altra con accuse pesanti che si sono riversate una volta sull’uno un’altra sull’altro. A dare man forte ai due candidati in questi giorni sono stati alcuni esponenti politici nazionali come l’ex ministro Mara Carfagna giunta in città per il centrodestra, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il Ministro per l’Ambiente Orlando per il centrosinistra. Ma non sono passate inosservate neppure le manovre politiche dei componenti delle varie liste esterne ai due candidati. A dare supporto a Fronti, per questo secondo turno, si sono schierati Sel e i Socialisti che hanno dichiarato il loro sostegno al voto per il candidato del centrosinistra. Fratturato, invece, dopo giorni di convulsi incontri con entrambi i contendenti, ha deciso di schierarsi con Bacheca. 

ULTIME NEWS