Pubblicato il

Udc su Pierfederici: «Vedremo da cosa è dettato l’ennesimo cambio di bandiera»

CIVITAVECCHIA – Incomprensibile per i vertici dell’Udc la decisione del consigliere Andrea Pierfederici di abbandonare il gruppo, peraltro appresa dalla stampa. «Nell’organizzazione del partito, il gruppo consigliare, è dotato della più ampia autonomia in virtù della quale il capogruppo può assumere tutte le iniziative ritenuto opportune a rispondere adeguatamente ai bisogni della comunità». E ricordano come «pur convocato alle riunioni, anche alla presenza di responsabili regionali del partito, abbiamo avuto il piacere di vederlo una sola volta». A questo punto, dall’Udc si augurano che la sua decisione iniziale di entrare a far parte del partito sia stata «frutto di condivisione per l’ispirazione del partito», sebbene non comprendano cosa lo abbia spinto oggi a lasciare «visto che nessuno ha mai posto limiti al suo ‘‘dinamismo’’». Occhi puntati poi sulle sue assenze in Consiglio «salvo sporadiche apparizioni che qualche maligno ha voluto definire ‘‘concordate’’». E i vertici dell’Udc augurano al consigliere di trovare la sua strada così da poter fugare, «qualsiasi riserva mentale circa la possibilità che l’ennesimo cambio di bandiera sia stato dettato più dal soddisfacimento di personali bisogni che dalla necessità di porsi con maggiore libertà e impegno al servizio degli altri».

ULTIME NEWS