Pubblicato il

Carlo Pisacane è il nuovo vice sindaco

Carlo Pisacane è il nuovo vice sindaco

Pomeriggio la nomina nel corso della riunione di maggioranza. Barbazza-Rocchi: nonostante il riconteggio dei voti il neurologo rimane fuori

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Nel corso di una riunione di maggioranza che si è tenuta pomeriggio nella sede comunale tra il sindaco Roberto Bacheca e i dieci consiglieri che siederanno nell’assise pubblica, è stato nominato il nuovo vice sindaco. Si tratta dell’architetto Carlo Pisacane, un professionista molto vicino al sindaco Roberto Bacheca tanto da far parte della Lista Civica Bacheca Sindaco che non aveva ottenuto però i voti sufficienti per entrare nel consiglio comunale ma era salito agli onori della cronaca per aver redatto il programma elettorale della Coalizione di Bacheca. Inizialmente si era fatto il nome del consigliere più votato del centro destra ossia Alessio Marcozzi ma, proprio nel giorno della sua vittoria, il primo cittadino aveva dichiarato a Provincia Tv che avrebbe fatto una scelta diversa. E ieri quindi ha deciso, con il suo staff amministrativo, di assegnare questo importante incarico al suo fido collaboratore. Intanto è stato reso noto che entro dieci giorni verrà indetto il primo consiglio comunale che ratificherà gli incarichi elettivi sia del sindaco che dei membri del consiglio comunale. Per sapere invece chi andrà ad occupare i cinque posti di assessore, bisognerà attendere la prossima settimana. Il primo cittadino non ha svelato nulla e quindi resta difficile ipotizzare chi farà parte della giunta esecutiva. Il neo sindaco ritorna poi sulla sua vittoria e sulle polemiche nate dopo la sfilata di lunedì che ha creato un forte clima di tensione tra i due contendenti. «Personalmente non ho fatto alcun gesto che potesse dare adito a rimostranza da parte dei sostenitori della Coalizione di centro sinistra – dice Bacheca – anche se, nei giorni precedenti al ballottaggio, eravamo stati attaccati verbalmente. Ora però le elezioni sono finite e quindi spero in una pacificazione». Sulla questione Fratturato il sindaco precisa ancora «c’è stato un accordo prettamente programmatico con Fratturato e questo i miei consiglieri lo sapevano e lo avevano ratificato – sottolinea il sindaco – ma da qui a dire che avrà delle poltrone ce ne corre. Io sono stato sostenuto da una trentina di persone che meritano di avere delle deleghe per la loro professionalità Certamente non andrò a sacrificarne qualcuna per darla a Fratturato. Se Fratturato deciderà di appoggiare questa maggioranza ben venga ma da qui a dire che ci sono stati accordi sottoscritti dal notaio con tanto di penalizzazioni in caso di mancato rispetto delle promesse si va sulla fantapolitica. Ho avuto un colloquio con lui dove si è discusso di programma, se ci deve essere qualche incarico per Fratturato a deciderlo saranno i miei consiglieri». Ieri la Commissione elettorale si è riunita per controllare la documentazione relativa alla nomina del nuovo sindaco e la composizione del consiglio comunale. Oltre a ratificare i nomi di sindaco e consiglieri comunali infatti, la stessa commissione ha effettuato, sembra su richiesta del candidato sindaco Renzo Barbazza estromesso dall’assise pubblica, un controllo sulle schede elettorali assegnate sia alle lista dello stesso Barbazza che quelle della candidata consigliera Paola Rocchi che in consiglio prenderà il suo posto. Da un’accurata analisi dei voti non è stato riscontrato alcun elemento discordante rispetto al verbale redatto a fine scrutinio, per cui Barbazza resterà fuori dal consiglio comunale.

ULTIME NEWS