Pubblicato il

Ladispoli, l'assessore Latini: "Occorre spostare il capolinea del Cotral"

LADISPOLI- “Occorre spostare il capolina del Cotral”. A dirlo è l’assessore alla Mobilità di Ladispoli Pierlucio Latini dopo un sopralluogo, effettuato in questi giorni, presso il nodo di scambio in via Settevene Palo Nord, alla presenza del responsabile del Cotral Gaetano Di Domenico, dell’ingegnere Valter Volpe e del coordinatore del deposito di Cerveteri Marco Varchi. Un sopralluogo reso necessario per valutare l’ipotesi di spostare il capolinea, attualmente sito in piazza Domitilla, delle corse dirette per e da Ladispoli verso Roma nell’area ubicata in via Settevene Palo Nord per favorire il nodo di scambio con la stazione ferroviaria di piazzale Roma. “Spostare il capolinea – ha dichiarato l’assessore Latini – sarebbe necessario per una migliore viabilità e fruibilità del servizio. E per semplificare la mobilità dei cittadini che si spostano da e per Cerveteri e Ladispoli verso Fiumicino. Inoltre, si alleneterebbe anche la morsa del traffico che attualmente strangola la zona di piazza Domitilla. Siamo certi che il Cotral terrà nella debita considerazione la richiesta dell’amministrazione comunale del sindaco Paliotta”. Il comune di Ladispoli, di concerto con l’amministrazione di Cerveteri ha anche inoltrato altre istanze al Cotral. “Abbiamo chiesto ufficialmente al Cotral – ha aggiunto Latini – insieme al delegato al trasporto pubblico del comune di Cerveteri, Marco Varchi di valutare la proposta di potenziare le corse da Ladispoli e Cerveteri per Roma e per l’aeroporto di Fiumicino per soddisfare le richieste dei pendolari che in questi anni sono aumentati in maniera esponenziale. L’istanza presentata congiuntamente dal sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta e dal primo cittadinio di Cerveteri Alessio Pascucci, perorata tra l’altro dalla Regione Lazio, sollecita l’istituzione di corse da e per lo scalo di Fiumicino per garantire ai dipendenti dell’aeroporto e ai passeggeri di avere collegamenti ottimizzati con il litorale. Inoltre – ha concluso Latini – abbiamo segnalato la necessità di introdurre due corse da Valcanneto per Roma Cornelia. Corse che allenterebbero la morsa dell’affollamento in orari delicati, evitando agli utenti di viaggiare in piedi ed accalcati come spesso accade.  Sono richieste che diventano ancora più urgenti in vista della stagione estiva e dell’arrivo di migliaia di vacanzieri romani”.
 

ULTIME NEWS