Pubblicato il

«L’acqua deve essere una priorità nell’agenda del Governo Letta»

CIVITAVECCHIA – Un appello al Parlamento e al Governo Letta «affinché mettano l’acqua come priorità nell’agenda politica italiana, nel rispetto dei referendum». La richiesta arriva dalle associazioni di Solidarietà e Cooperazione Cipsi che domani torneranno in piazza per celebrare il 2° anniversario della vittoria referendaria del 2011. Una celebrazione che il presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi, Guido Barbera, definisce «malinconica. Il voto dei 27milioni di italiani non è stato considerato adeguatamente: oggi in Italia dobbiamo rimettere l’acqua e la democrazia al centro dell’attenzione politica. L’acqua – prosegue – non è una merce e sulla gestione dell’acqua non si può fare profitto: queste enunciazioni referendarie sono rimaste inevase». Una denuncia, quella di Barbera che va a sommarsi alle denunce dei comitati civitavecchiesi a tutela dell’acqua pubblica. Denunce che oggi non hanno ancora trovato una risposta (non si sa ancora infatti se il Comune passerà ad Acea Ato2 o realizzerà una società pubblica). Proprio come non ha trovato risposta quella del presidente Barbera: «Manca una legge quadro di riferimento e si rischia che l’acqua torni sotto il dominio delle imprese private».

ULTIME NEWS