Pubblicato il

Tidei scrive all'Ad delle Ferrovie dello Stato, Moretti: "Necessario un incontro"

CIVITAVECCHIA – Un incontro urgente con l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. Questa la richiesta del primo cittadino Pietro Tidei, esternata in una lettera destinata all’ad delle Ferrovie dove esterna le sue perplessità e i suoi dubbi. La maggior parte legati principalmente all’area retrostante la stazione e che, con la Variante 31 approvata in Consiglio comunale, dovrebbe essere utilizzata per la realizzazione di un istituto scolastico, alcune abitazioni da destinare all’edilizia popolare. “L’unico adempimento parziale ottemperato  – scrive il Sindaco – è stato quello della consegna delle aree previste in cessione definitiva che però non è avvenuta nonostante l’impegno formale a doverla effettuare entro Ottobre del 2009. La mancata cessione, più volte sollecitata, sta procurando danni all’amministrazione che vede messa in discussione la realizzazione di una scuola, di un parcheggio multipiano e di una struttura con destinazioni pubbliche”. E a preoccupare il Sindaco “è l’aver appreso durante alcuni incontri con i rappresentanti di Ferservizi spa e di Rfi che strategie delle Ferrovie dello Stato stanno cambiando e che molto probabilmente sarà rivisto il programma che ancora oggi prevede la realizzazione del nuovo edificio di stazione che quasi certamente non sarà più costruito. Altro argomento – aggiunge Tidei nella sua lettera all’Ad Moretti – riguarda la realizzazione di volumi con destinazioni direzionali, commerciali, residenziali, turistico ricettive che le convenzioni prevedono in cessioni a privati con la possibilità del Comune, per il tramite di un consorzio di imprese partecipato dallo stesso, di poter esercitare, a parità di offerta all’esito di procedimento a evidenza pubblica, il diritto di prelazione”. E sottolinea come l’amministrazione comunale abbia inserito “nei propri programmi l’attuazione completa della variante 31 ma ha dovuto rilevare che dalla esecutività dell’accordo di programma (anno 2005) ben poche cose sono state eseguite”.

ULTIME NEWS