Pubblicato il

Occupazione, Ugl: "Servono fatti non parole"

CIVITAVECCHIA – “Servono fatti non parole”, replica così la segretaria confederale Ugl Fabiana Attig a quanto affermato dall’amministrazione comunale e dalla segreteria del Pd alla sua richiesta di aprire un tavolo istituzionale per la salvaguardia dell’occupazione. “È davvero singolare che alle critiche sul nullismo di questa il Pincio risponda che continua a pagare regolarmente gli stipendi, il che è semplicemente un dovere”. E allo stesso tempo, la segretaria confederale dell’Ugl punta i riflettori su un’altra “anomalia”: l’affiancamento di alcuni dipendenti della cooperativa Valcomino ai dipendenti di Città Pulita. Dalla riunione di qualche giorno fa tra il liquidatore della sot, Svevo Valentinis e i presidenti dei comitati di quartiere e il delegato Giuseppe Traiani quest’ultimo “ha portato a conoscenza dell’assemblea che a breve partirà un progetto, in accordo con l’Assessore ai Servizi Sociali Enrico Leopardo, che prevede una presenza costante nei quartieri, in ausilio a Città Pulita, di operatori della cooperativa Valcomino”. E Attig si chiede: “Con quale criterio è stata presa questa decisione?”. Ma l’assessore ai Servizi Sociali Enrico Leopardo precisa che si tratta dei civitavecchiesi che qualche mese fa avevano ricevuto una borsa lavoro da parte dell’amministrazione comunale e che part time si occupano della manutenzione delle aree verdi della città.

ULTIME NEWS