Pubblicato il

Rocchi: «Persa l’opportunità di traghettare la città oltre la crisi»

Analisi del voto della lista ‘‘Un’altra città è possibile’’

Analisi del voto della lista ‘‘Un’altra città è possibile’’

S. MARINELLA – I candidati della lista civica ‘‘Un’altra città è possibile’’ si sono riuniti per analizzare il voto e per tracciare le linee future dell’attività del gruppo. Nonostante la delusione per l’esito della competizione elettorale, gli attivisti della lista di centrosinistra ritengono che il clima che si respira nel dopo elezioni non è quello di una sconfitta ma l’inizio di una nuova battaglia. «Restiamo convinti che con l’esito del voto del ballottaggio, Santa Marinella, abbia perso l’occasione di avere un sindaco leale verso i cittadini, molto competente nella pubblica amministrazione e capace di traghettare la città oltre la crisi economica e sociale che sta vivendo – dice la leader della lista Paola Rocchi – sono convinta che lo avrebbe fatto con una squadra all’altezza dei compiti, con una Regione amica e soprattutto con un programma che garantiva un cambio di marcia. Purtroppo, in molti, hanno preferito alimentare il pregiudizio di ritenere che Massimiliano Fronti avrebbe fatto gli interessi dell’azienda paterna impegnata nell’edilizia. Siamo convinti che ciò non sarebbe accaduto in base all’esperienza di cinque anni di opposizione insieme, alle riunioni svolte sull’urbanistica e sulla pubblica amministrazione, ai patti stipulati sul programma e su quelle che sarebbero state le prime nove delibere. Lo diciamo con convinzione perché abbiamo visto Massimiliano Fronti condurre un’opposizione e una campagna elettorale pulita, coerente e leale con tutte le parti in causa». Rocchi, allora ci va giù duro sul neo eletto vice sindaco. «Ci colpisce il paradosso – prosegue la Rocchi – che in queste ore il centrodestra, che ha fatto la propaganda contro il costruttore Fronti, ha designato come vice sindaco uno dei professionisti più in vista dell’edilizia locale, progettista sul territorio nonché proprietario di una nota agenzia immobiliare. Lo stesso centrodestra che ha portato come esempio di scempi urbanistici le 14 palazzine di via delle Colonie e di via Elcetina, ha scelto per vicesindaco l’architetto progettista proprio di quelle palazzine. In ogni caso, poiché noi non vogliamo vivere di pregiudizi come altri e crediamo solo alla prova dei fatti, facciamo i nostri personali auguri di buon lavoro all’arch. Pisacane, neofita dell’amministrazione». A questo punto la Rocchi chiede al vicesindaco come la pensa su due edificazioni contestate. «Ci sono due questioni che bruciano ancora per molti cittadini, il Piano Integrato Benigni e le opere non eseguite dalla società Baia Serena a Prato del mare – sottolinea l’esponente civica – cosa intende fare Pisacane su questi due progetti? Perché non sollecita il sindaco a fare quello che alcuni mesi fa non ha voluto fare e cioè spiegare alla città cosa bolle in pentola con l’ex cementificio?. A meno che l’arch. Pisacane non condivida i metodi così tenacemente difesi dal sindaco Bacheca, dal capogruppo Maggi e dall’assessore Grimaldi nella precedente amministrazione, cioè che sia giusto portare provvedimenti importanti in consiglio a cose fatte e senza nessuna condivisione con la città e la minoranza”. La Rocchi poi spiega il perché dell’esclusione di Barbazza dalle primarie. “Non è stata affatto una decisione della nostra Lista, né tanto meno di  Rocchi e Massera – conclude il neo consigliere comunale – una tale ricostruzione ha deformato completamente la realtà. Non volevamo dare l’impressione di una sinistra che si fa la guerra mentre altri conquistano il potere. Non abbiamo voluto mostrarci come la solita parte politica litigiosa e malata di protagonismo, abbiamo sperato e creduto che la verità dei fatti avrebbe camminato per conto suo, dovendo costatare purtroppo che le bugie avranno anche le gambe corte, ma in campagna elettorale camminano spedite. Neppure ora vogliamo alimentare sterili polemiche, siamo disponibili a raccontare la nostra versione dei fatti a chi avesse desiderio di ascoltarci».

ULTIME NEWS