Pubblicato il

Hcs, l'Usb critica il silenzio del primo cittadino

CIVITAVECCHIA – Le organizzazioni sindacali avevano suggerito qualche idea per il rilancio di Hcs mantenendo i servizi pubblici al 100%. Ma ancora oggi, la risposta del sindaco Tidei non sarebbe arrivata. Un silenzio che il responsabile Usb Francesco Staccioli critica aspramente. “A due settimane dal lancio, non è giunta nessuna risposta dal Sindaco e dalla sua Giunta alla proposta fatta dalle organizzazioni sindacali all’amministrazione di fermare il progetto di privatizzazione di Città Pulita e Argo e di sollecitare insieme il tavolo alla Regione Lazio aperto sulla crisi dei servizi pubblici di Civitavecchia. Non vorremmo – prosegue Staccioli – che il Sindaco si illudesse che con la strategia del silenzio di portare avanti questa operazione ma siamo fortemente preoccupati che questa perdita di tempo, questa testardaggine di non andare insieme in Regione comprometta le possibilità di salvaguardare posti di lavoro e i servizi essenziali alla cittadinanza”. E torna a sottolineare come “occorre rilanciare in tempo brevissimo la vertenza con tutti gli strumenti a nostra disposizione e sollecitare la giunta Zingaretti a operare per il bene di Civitavecchia, una città dove quotidianamente facciamo i conti con nuove crisi e con posti di lavoro persi mentre lo sport preferito sembra quello di esternare dichiarazioni ogni giorno”. E annuncia che a breve il sindacato “farà il punto della situazione per riprendere le fila della protesta e per rompere il muro di silenzio che qualcuno sta tentando di far calare in questa gravissima crisi”.

ULTIME NEWS