Pubblicato il

Parcheggi selvaggi sui marciapiedi

Protestano i pedoni che frequentano la zona del Fontanile e l’area nei pressi del bar aurelia Passaggi sbarrati ai carrozzini e agli anziani costretti a camminare in mezzo alla strada

Protestano i pedoni che frequentano la zona del Fontanile e l’area nei pressi del bar aurelia Passaggi sbarrati ai carrozzini e agli anziani costretti a camminare in mezzo alla strada

SANTA MARINELLA – Marciapiedi utilizzati come parcheggi. Monta la protesta a santa Marinella.
Purtroppo è una moda a cui si sono adeguati molti automobilisti che parcheggiano la propria macchina nei pressi dei servizi commerciali della via Aurelia o nelle zone antistanti la propria abitazione.
A lamentare questa barbara usanza sono gli avventori dei nuovi marciapiedi che uniscono la zona del ‘‘Fontanile’’ con il bar Aurelia. Un tratto di circa due km di nuovi passaggi pedonali che, grazie ad un appalto che è costato quasi 800 mila euro, sono stati ristrutturati con materiale rustico. Materiale che ben si adatta all’ambiente e che richiede un lavoro da professionisti. La parte più importante è stata terminata e quindi utilizzata dai pedoni, residenti, ciclisti e podisti che hanno l’opportunità di transitare a fianco della Statale senza correre pericoli.
Durante la giornata, però, molti automobilisti, hanno preso l’abitudine di parcheggiare le auto in alcune zone adiacenti ai bar, ai condomini e ai negozi, riservate però ai pedoni. Donne che portano a spasso i neonati con le carrozzine, anziani supportati dai bastoni e giovani che fanno ginnastica, spesso si vedono costretti a spostarsi sulla corsia stradale per superare l’ostacolo rischiando ovviamente di venire travolti dalle auto in corsa. Inoltre, il parcheggiare le macchine su questa superficie, causa lo spostamento dei blocchettini di porfido incastrati tra loro creando ovviamente dei danni.
Cosa chiedono allora queste persone che, qualora dovessero far presente a questi signori che non rispettano le zone pedonali, rischierebbero quantomeno di venire apostrofati pesantemente?
Chiedono un maggiore controllo da parte della Polizia municipale e di elevare le multe per divieto di sosta in modo tale da far recedere questi signori dall’idea di continuare a fermare la propria auto sui nuovi marciapiedi.
Un vero e proprio invito ai vigili urbani a sorvegliare maggiormente tutta l’area affinché gli automobilisti rispettino le regole.
Gi.Ba.

ULTIME NEWS