Pubblicato il

Privilege, l'11 e 12 novembre il varo del primo mega yacht

CIVITAVECCHIA – E’ stata fissata la data per la messa a mare della Privilege 430 la prima nave dell’omonima flotta che coniugherà l’extra lusso con il cento per cento del “made in Italy”. Il varo avverrà l’11 e il 12 novembre e, in parallelo col completamento di tutte le lavorazioni, si sta ovviamente programmando il delicato trasferimento dalla terra all’acqua. L’enorme struttura (127 metri di lunghezza per un peso di oltre 6.000 tonnellate) varierà i suoi punti di appoggio.
I robusti ponteggi che ora la sorreggono saranno gradualmente sostituiti con centinaia di assi e ruote che, al momento opportuno, cominceranno a spostarsi verso mare. Verranno smontate per l’occasione le recinzioni del cantiere e la nave arriverà alla prima banchina della darsena traghetti, che l’Autorità portuale inaugurerà venerdì mattina. La realizzazione dell’area ro-ro rappresenta un elemento fondamentale anche per la Privilege che in base alla sua apertura ha potuto programmare la data del varo. Una volta arrivata a bordo banchina, la P430 sarà fatta scivolare in avanti su un enorme pontone che si gonfierà per mantenere il livello in piano del mega yacht durante il trasbordo e poi si autoffonderà adagiando la nave sull’acqua. A quel punto cominceranno tutte le prove tecniche e la messa a punto degli innumerevoli sistemi di bordo (navigazione, riscaldamento e condizionamento, sicurezza…). Per questa fase si calcola saranno necessari circa due mesi e alla fine dell’anno ci sarà la consegna all’armatore.
Nel frattempo, proseguono tutte le altre lavorazioni. E’ stato completato l’hangar dove sarà calato l’elicottero Agusta da 12 persone (uno dei due elicotteri in dotazione alla P430), si stanno montando i letti delle varie suite (tutti basculanti in modo da evitare che risentano dei movimenti della nave e delle condizioni del mare), stanno prendendo forma le beauty farm che accompagnano le suite, i mobili del ‘circolo ufficiali’ sono praticamente tutti montati, le cabine per il personale e la mega cucina sono in via di ultimazione, le celle frigorifere sono già pronte. In aprile c’è stata una verifica da parte dei funzionari del Rina (Registro navale italiano) che hanno certificato che la nave è stata realizzata, nella sua complessità, per il 75,4 per cento. E in oltre quaranta giorni sono stati fatti ulteriori importanti passi in avanti.
In questa settimana entrerà poi a pieno regime la stuccatura e la tinteggiatura dell’esterno dello scafo, operazioni che hanno bisogno di condizioni climatiche stabili e che hanno quindi imposto la chiusura con dei teloni di gran parte della nave. I ponti 7, 8 e 9 sono già stati stuccati a mano e lo stesso andrà fatto per i ponti 5 e 6. Mercoledì prossimo arriverà in cantiere un robot che, dotato di un sistema hovercraft, provvederà all’identica operazione per i ponti inferiori e poi vernicerà l’intero scafo, assicurando zero dispersioni di polveri e vernici nell’aria. Alla fine la P430 sarà levigata e lucida come una Ferrari, in ossequio al motto secondo cui Privilege vuole essere proprio la Ferrari del mare.

ULTIME NEWS