Pubblicato il

Pincio, i sindacati: "Delegittimata la delegazione trattante"

CIVITAVECCHIA – «C’era una volta la delegazione trattante». Provocatoria la dichiarazione di Uil Fpl e Usb Pi, con la quale si interviene sull’organizzazione del servizio idrico nella stagione estiva e sul progetto di produttività». «Il 20 giugno presso palazzo del Pincio  era stata convocata la delegazione trattante – scrivono i sindacati – poi per impegni concomitanti la riunione è stata spostata a data da destinarsi. A questo punto – si legge nella nota firmata da Fabio Napoleoni e da Flavio Zeppa – sorge spontaneo fare delle domande all’amministrazione comunale: ma se il fondo del salario accessorio 2013 a tutt’oggi non è stato costituito, ma se l’amministrazione non ha ancora inserito nel fondo i famosi 338mila euro, come si può parlare di progetti di produttività? Ma se ancora non si è proceduto alla nomina del nuovo responsabile dell’O.I.V., come si fa a presentare un progetto produttività? Chi lo approva? Perché solo durante l’estate si deve affrontare l’organizzazione del servizio idrico – si chiedono ancora i sindacati – quando il problema esiste e si verifica da molti anni?». Secondo Uil Fpl e Usb Pi non è chiaro perché la delegazione trattante non discute e contratta tutte le argomentazioni avanzate dalla Rsu e dalle organizzazioni sindacali. «Sono state prodotte dai dirigenti preposti ai singoli servizi – si chiedono ancora – le organizzazioni degli uffici nell’ambito dei servizi assegnati, con carichi di lavoro misurabili? Il tempo stringe e sicuramente sarà un’estate caldissima. I lavoratori comunali sono ormai stanchi di ascoltare solo chiacchiere e assistere a ordini molto spesso sconclusionati da parte dell’amministrazione comunale».

ULTIME NEWS