Pubblicato il

Differenziata, lunedì il progetto approda in Giunta

Differenziata, lunedì il progetto approda in Giunta

Lo ha annunciato il primo cittadino Pietro Tidei: "Tra luglio e settembre saremo pronti a partire"

CIVITAVECCHIA – Sarà approvato lunedì in Giunta il progetto per l’ampliamento a tutta la città del servizio di raccolta porta a porta. Ad annunciarlo, al margine di una conferenza stampa indetta per presentare il nuovo assessore all’Ambiente, Flaminia Tosini, è stato il sindaco Pietro Tidei. “Grazie all’avvio della differenziata in tutta la città – ha detto – riusciremo ad allinearci ai Comuni d’Italia più avanzati”. Grazie al progetto, che subito dopo l’approvazione in Giunta sarà trasmesso alla Provincia di Roma per l’attivazione del co-finanziamento di circa 2milioni di euro, il servizio sarà esteso a tutta la città. Ad oggi, infatti, ad essere interessati dalla raccolta differenziata (grazie all’avvio del progetto pilota) sono circa 1.600 utenti. Il progetto prevede la suddivisione della città in sei zone: San Liborio, San Gordiano, Campo dell’Oro/Borgo Odescalchi, Cisterna Faro, Centro 2 e Centro 1. Dopo la campagna informativa (che sarà avviata già in autunno) e la distribuzione dei materiali necessari al servizio, si provvederà con l’avvio progressivo (previsto per il primo gennaio 2014) per una zona ogni due mesi. Entro la fine del 2014, tutta la città sarà coinvolta nell’iniziativa. Quest’ultima sarà completata dalla realizzazione di un centro di valorizzazione delle frazioni raccolte (plastica, vetro, carta, …) in via Braccianese Claudia su un terreno “già conferito dal Comune – spiegano da palazzo del Pincio – a Civitavecchia Infrastrutture in previsione della fusione con Hcs. Il conferimento in discarica sarà così contenuto in maniera estremamente significativa e il rifiuto valorizzato diventerà una risorsa per la Comunità”. Un progetto, quello della raccolta differenziata su cui il primo cittadino punta, non solo per allineare la città ai grandi centri abitati d’Italia già impegnati nel porta a porta, ma anche per permettere la ricollocazione di circa 40/45 unità (attualmente dipendenti di Città Pulita) nell’ambito di un’iniziativa di fortissimo impatto ambientale positivo.

ULTIME NEWS