Pubblicato il

La svolta verde di Ceccacci

VERDECALCIO

VERDECALCIO

di GABRIELE TOSSIO

È stato un difensore durissimo, di quelli alla Claudio Gentile, poche carezze, molta determinazione in campo, la stessa caparbietà che metterà e sta già dispensando, come responsabile della scuola calcio del Civitavecchia calcio.
Stiamo parlando di Fabio Ceccacci, personaggio che lega le sue fortune calcistiche come calciatore, alla Ge.Di.La. dei miracoli. Sì la Ge.di.la. Calcio, società del mai dimenticato Mario Vespignani (poi passata al figlio Luigi) che in tre anni balzó, dalla terza categoria alla Promozione, e lo fece senza spendere neanche un euro, per il parco giocatori, impresa epica, mai più eguagliata con simili connotati. Fabio era una colonna di quel team, ora proverà come manager, a costruire qualcosa di magnificente e duraturo sulla sponda neroazzura, partirà dalle fondamenta, da quel settore giovanile, nella fattispecie scuola calcio, che rappresenta il primo vero grande passo, verso la costruzione di un club di alto lignaggio. Sintonia perfetta questa, col nuovo Civitavecchia di Ivano Iacomelli, idea che si sposa meravigliosamente col nuovo progetto incline alla territorialità dei calciatori, con lo scopo di far tornare lo storico club, ai vertici del calcio laziale in brevissimo tempo. Ma torniamo alla scuola calcio nerazzurra; sarà monitorata costantemente da Fabio Ceccacci e da uno staff di alto profilo, i bambini nati dal 2001 al 2007 si cimenteranno nel nuovissimo sintetico del quartiere Campo Oro. La sinergia dei nerazzurri, col club giallo verde, sarà un infuso complementare, dove ci sarà spazio solo ed esclusivamente, per il buon cammino degli apprendisti calciatori, nel rude ed impervio percorso, del mondo pallonaro. Nulla sarà lasciato al caso, ogni singolo tesserato avrà la possibilità di esprimersi al massimo delle proprie possibilità, ed in linea con le proprie attitudini personali, in pratica ogni elemento verrà forgiato in maniera professionale, in base alle qualità personali, un toccasana per un bambino, e per la sua dose intima di costruttività. La nuova scuola calcio targata Fabio Ceccacci, rappresenterà uno snodo cruciale, finalizzata ad ambire anche ad uno sbocco naturale verso le realtà del professionismo, evitando così che i giovani talenti nostrani, finiscano nelle grinfie delle società dilettantistiche romane. In sostanza, se un ragazzo di Civitavecchia merita il professionismo, lo raggiungerà partendo direttamente da casa propria, in questa maniera sarà molto più facile anche per la prima squadra, crescere in simbiosi col resto della struttura societaria, il prodotto locale non sarà più dilapidato e probabilmente la nostra città, potrà disporre di un club sano, in grado di emergere grazie al florido vivaio, insomma sarà un bel giardino la scuola calcio del Civitavecchia, e sarà curato con devozione. Un grande club, nasce e si origina, da un settore giovanile florido e foriero di atleti ben addestrati, è l’idea di Iacomelli, Sanfilippo, di Andrea Rocchetti, abile a contribuire alla crescita del settore giovanile, in collaborazione con Giuseppe De Fazi. Ed ora la realtà  si identifica in Fabio Ceccacci, a lui il delicato compito, di far fiorire e coltivare come si deve un prato ed un terreno, lasciato troppo spesso incolto, e senza acqua.

ULTIME NEWS