Pubblicato il

Riuscita la festa del Casaletto Rosso

CIVITAVECCHIA – Successo per la seconda edizione della festa del Casaletto Rosso. «La piacevolissima serata – scrivono dal comitato di quartiere – si è svolta in un clima di serenità, canti e con tanta voglia di consolidarsi ancora di più socialmente e rafforzarsi per far sentire meglio la voce di un quartiere così periferico».
Durante la festa organizzata nel quartiere, il direttivo del comitato ha inoltre colto l’occasione per illustrare «le attività svolte e quelle programmate riguardo alla sicurezza, alla viabilità, alla gestione dei rifiuti e alla prevenzione incendi». Una materia su cui, hanno tenuto a sottolineare, c’è stata ampia sinergia «e grande sostegno da parte dell’Amministrazione comunale, presente alla serata con il vice sindaco Enrico Luciani, l’assessore ai Lavori Pubblici Mirko Mecozzi, il delegato del Comune ai rapporti con i comitati di quartiere Pino Traini e dal consigliere Stefano Giannini».
Amministrazione che, dopo aver provveduto a dare una ‘‘dimora’’ ad altri comitati di quartiere, non poteva sottrarsi dal fornire una casa anche alla delegazione del Casaletto Rosso. E così, sarà inaugurata il 3 luglio alle 18 la nuova sede presso il palazzo d’acciaio di Campo dell’Oro. Qui «il sindaco Pietro Tidei ci consegnerà – spiegano nella nota dal comitato – le chiavi della sede. Sarà questa l’occasione per rivederci tutti insieme e festeggiare il riconoscimento ufficiale, da parte dell’amministrazione, del Comitato di quartiere e brindare a quella sede che dovrà essere il riferimento di tutti i suoi abitanti».
E mai, come oggi, per i comitati dei quartieri della città, soprattutto quelli delle periferie, è stato così importante avere un punto di riferimento, con una sede fissa, visto il nuovo incarico che, recentemente, gli è stato affidato dal liquidatore di Città Pulita Svevo Valentinis. Saranno infatti loro i primi occhi della città con il compito di segnalare ‘‘anomalie’’, situazioni di degrado o l’inottemperanza degli operatori di Città Pulita. Questo almeno è quanto deciso durante l’incontro di qualche settimana fa tra il liquidatore della sot, il delegato ai rapporti con i comitati, e i presidenti degli stessi con all’ordine del giorno le manutenzioni ordinarie e straordinarie da effettuare in città, con particolare attenzione alle periferie spesso abbandonate al loro triste destino.

ULTIME NEWS