Pubblicato il

Greenpeace, questa mattina 20 attivisti in protesta pacifica a Tvn

Greenpeace, questa mattina 20 attivisti in protesta pacifica a Tvn

CIVITAVECCHIA – Erano circa 20 gli attivisti di Greenpeace che questa mattina hanno protestato pacificamente contro il carbone aprendo in mare, davanti alla centrale termoelettrica di Civitavecchia un enorme striscione galleggiante di 1.500 metri con la scritta “No al carbone, quit coal”. La protesta di Greenpeace si è svolta presso la centrale a carbone Enel “perché – spiegano in una nota da Greenpeace – è in testa alla classifica grandi inquinatori 2012, che rende noti i nomi di chi, in Italia, sta contribuendo alla distruzione del clima planetario. La classifica rende note le emissioni di anidride carbonica dei grandi gruppi industriali nell’anno trascorso ed è realizzata con i dati dell’istituto Carbone Data Market”. E gli attivisti di Greenpeace, nella nota, spiegano come tra il 2011 e il 2012 “Enel in Italia ha prodotto il 5,7% in meno di elettricità, ma è riuscita ugualmente ad aumentare le sue emissioni di CO2. Perché utilizza sempre più carbone”. Ora, Greenpeace chiede a Enel di dimezzare la sua produzione a carbone entro il 2020 e di azzerarla al 2030, di rinunciare ai progetti di nuove centrali a carbone e di sostituire la sua produzione a carbone con fonti pulite e rinnovabili.

ULTIME NEWS