Pubblicato il

Fondazione Cariciv e Asl in prima linea a sostegno dei diversamente abili

Fondazione Cariciv e Asl in prima linea a sostegno dei diversamente abili

CIVITAVECCHIA – Asl e Fondazione Carciv in prima linea per dare sostegno ai diversamente abili. In particolare agli autistici. Sono loro i veri protagonisti del progetto, portato avanti dal 2010 con grande successo e grandi risultati da parte della Asl RmF e finanziato dalla Fondazione Cariciv. “L’autismo – spiega il vice presidente della Fondazione, Enrico Iengo – è un vero problema. Spesso viene diagnosticato tardivamente, e molto spesso i responsi medici tardano ad arrivare. Oggi, in un mondo all’avanguardia come il nostro, dove il 99% dei casi di autismo trova subito una risposta sia a livello medico che lavorativo, non possiamo permetterci di tardare ancora”. Ed è proprio questo l’obiettivo che Fondazione e Asl si pongono a sostegno di questi giovani, spesso emarginati e che non riescono ad inserirsi nel mondo del lavoro. “Grazie alla collaborazione di alcune ditte – ha spiegato il commissario straordinario della Asl RmF Giuseppe Quintavalle – e grazie al personale medico e a dei tutor, siamo riusciti a inserire questi ragazzi in alcuni ambiti lavoratori scelti a seconda delle loro capacità. E proprio per gratificare il loro lavoro quest’anno, grazie alla Fondazione Cariciv – ha aggiunto Quintavalle – consegneremo loro degli assegni di 2mila euro. Testimonianza concreta dell’utilità del lavoro svolto”. Soddisfatto anche il presidente della Fondazione, Vincenzo Cacciaglia: “Siamo ben felici di poter aiutare questi ragazzi, spesso isolati dalla società. Grazie alla realizzazione di questo progetto portato avanti ormai da anni, siamo in grado di inserirli all’interno del mondo del lavoro, dando loro una gratificazione”. Da qui, l’appello lanciato anche alle ditte: “Saremmo ben lieti se le ditte locali di propria iniziativa decidessero di assumere questi ragazzi che, nonostante l’autismo, sono veramente validi”. (So.Be.)
 

ULTIME NEWS