Pubblicato il

Giudici di Pace, ipotesi Villa Albani

CIVITAVECCHIA – Una serie di richieste e proposte per risolvere alcune problematiche del tribunale. Dopo la polemica (per la verità cercata solo da palazzo del Pincio), tra il comune e l’avvocatura, interviene la deputata Marietta Tidei, che proprio l’altro giorno aveva in programma un incontro con gli avvocati proprio per discutere dei problemi del palazzo di giustizia. Incontro che poi è saltato a causa di impegni istituzionali della parlamentare. «Il mancato incontro – ha fatto sapere la Tidei – mi da l’occasione di ribadire la mia ferma volontà di pormi come interlocutore  di tutte  le istanze che provengono dal  territorio». Intanto il delegato ai rapporti col tribunale di palazzo del Pincio, Fabrizio Lungarini, ha messo nero su bianco una serie di richieste ai neonati circoli di qualità voluti dal primo cittadino, che hanno come oggetto principalmente la questione dei giudici di pace. Lungarini propone alcune soluzioni, per esempio, relative alla nuova sede di cui avrebbero bisogno, che peraltro farebbe risparmiare al Pincio decine di migliaia di euro di affitto che oggi paga per la sede di via degli Orti. Una delle proposte riguarda l’utilizzo di villa Albani, con lo spostamento degli uffici che ora inisitono su quello stabile, nei locali della ex scuola di via regina Elena. Altro tema, quello della sicurezza, con la richiesta di un vigilantes anche dai giudici di pace.

ULTIME NEWS