Pubblicato il

Acanthus, un ricorso al Tar contro la revoca del bando della precedente amministrazione

Acanthus, un ricorso al Tar contro la revoca del bando della precedente amministrazione

I rappresentanti della società presieduta dall'imprenditore romano Giuseppe Sarnella torna a puntare i riflettori sulla bontà del loro progetto. Intervenuto anche il sindaco Pietro Tidei: "A breve pubblicheremo il nuovo bando, se Acanthus volesse partecipare bene"

di SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA -Da una parte si dice disposta a partecipare al bando di gara per la realizzazione delle terme, dall’altra ha annunciato la sua volontà di presentare ricorso al Tar del Lazio contro la revoca del bando di gara indetto dalla precedente amministrazione. Parliamo ancora una volta di Acanthus, la società dell’imprenditore romano Giuseppe Sarnella che ieri ha presentato ancora una volta il progetto del comparto termale. «Abbiamo già lavorato e abbiamo tutto pronto – ha spiegato il legale della società Alfonso Ciccaglione – ma al momento ci troviamo ad affrontare uno stallo paradossale». Paradossale perché gli interlocutori di oggi «sono gli stessi che mesi fa avevano approvato il nostro progetto mostrando entusiasmo». Nonostante questo Acanthus non molla. «Il progetto ha ottenuto tantissimi consensi anche da parte di imprenditori di livello internazionale – ha affermato Giuseppe Anelli, project manager – a dimostrazione che il nostro è un progetto che vale». Ma se da un lato, dalla società elogiano il loro operato (200 ettari di terra dove far sorgere 4 strutture ricettive per 400 stanze, un campo da golf, piscina, un multisala, 2 centri residenziali, …) dall’altro il sindaco Pietro Tidei ribadisce: «Se si continuerà con questa pressione mediatica non si farà nulla. Concretamente in 5 anni non avete fatto nulla. Il Sindaco – ha detto Tidei – vuole le terme, Sarnella ha tutte le carte in regola per poter partecipare al nuovo bando perché ha il comparto termale». Ma polemica a parte, uno solo è il dato di fatto: i tempi per la realizzazione delle terme sono destinati ad allungarsi ancora.

ULTIME NEWS