Pubblicato il

Sanità, segnali di "speranza" dalla Regione

Sanità, segnali di "speranza" dalla Regione

Il responsabile della Cabina di Regia del servizio sanitario regionale, Alessio D'Amato avrebbe annunciato al primo cittadino novità positive per l'ospedale San Paolo

di SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA – L’sos lanciato dal sindaco Pietro Tidei al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sulla grave situazione in cui versa l’ospedale San Paolo di Civitavecchia, ha forse trovato una risposta positiva da parte della Pisana. Ad annunciarlo, in anteprima al Sindaco, è stato proprio il responsabile della Cabina di regia del Servizio sanitario regionale, Alessio D’Amato. Secondo quanto riferito dal dottor D’Amato al primo cittadino, il decreto sulla sanità firmato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti contiene al suo interno delle risposte positive alle richieste di Tidei. Soluzioni che potrebbero riguardare lo sblocco delle assunzioni che così da garantire personale medico e infermieristico ai reparti del nosocomio cittadino. Rassicurazioni che dovrebbero essere confermate a breve da una lettera che lo stesso D’Amato invierà al sindaco Tidei. E a puntare i riflettori sull’ospedale San Paolo è anche il Partito democratico che ha annunciato di voler investire del problema anche il segretario regionale Enrico Gasbarra. Obiettivo: «Analizzare puntualmente la situazione e giungere a una proposta costruttiva per il bene della struttura, di chi vi presta servizio e di tutti i cittadini». Intanto la situazione al Pronto soccorso continua ad essere drammatica. «Pazienti ammassati per i corridoi – scrivono su Facebook – e in piccole stanze». Tutto con infermieri che «non sapevano come orientarsi per assistere i pazienti perché ridotti all’osso» e con «un solo medico tra mille difficoltà». Tutto, «mentre continuavano ad arrivare altri pazienti».

ULTIME NEWS