Pubblicato il

Commercio irregolare: giro di vite della Polizia

Carne senza etichettatura in un ristorante, disposta la sospensione dell’attività a carico di una nota pizzeria.

Carne senza etichettatura in un ristorante, disposta la sospensione dell’attività a carico di una nota pizzeria.

CIVITAVECCHIA – Colpo grosso della Polizia nell’attività di contrasto alle irregolarità in ambito commerciale. Nel corso dei controlli effettuati ieri sera dagli agenti del commissariato di viale della Vittoria, insieme al personale della Asl, dell’Inps e dell’Ispettorato del Lavoro, sono stati complessivamente controllate 5 attività imprenditoriali dedite alla somministrazione di alimenti e bevande, tra cui tre ristoranti e due club aperti al pubblico. Numerose le infrazioni rilevate, per contravvenzioni elevate che superano un importo totale di 10mila euro. Gli uomini del primo dirigente Giovanni Lucchesi hanno denunciato per frode in commercio il gestore di un esercizio: nel menù non era evidenziato che alcuni alimenti erano surgelati. Denunciato anche il titolare di un club, in quanto l’esercizio risultava privo delle prescritte porte di sicurezza ed uscite d’emergenza; sprovvisto inoltre delle autorizzazioni comunali per locali di intrattenimento. I poliziotti hanno inoltre disposto la sospensione dell’attività commerciale a carico di una nota pizzeria del centro, in quanto all’interno sarebbe stato trovato un operatore non in regola con le normative sui lavoro. Sequestrata carne senza etichettatura, con tanto di sigilli al frigorifero che la conteneva, per un altro locale pubblico. Nel corso dei servizi, la Polizia ha anche eseguito un’ordinanza di detenzione domiciliare nei confronti di un pluripregiudicato civitavecchiese di 48 anni, S.D. le sue iniziali, che dovrà scontare 5 mesi e 10 giorni di reclusione.

ULTIME NEWS