Pubblicato il

La Fondazione Angelo Molinari ancora una volta a sostegno della sanità locale

La Fondazione Angelo Molinari ancora una volta a sostegno della sanità locale

CIVITAVECCHIA – Prosegue la sinergia tra la Fondazione Angelo Molinari e la ASL RMF, per migliorare i servizi offerti ai pazienti. Recentemente sono state consegnate al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo dieci Fonendoscopi cardiologici, cinque fonendoscopi generici, sei sfimomanometri anroidi, cinque saturimetri portatili a dito, cinque gusci in silicone antigraffio; una macchina per il ghiaccio necessaria in caso di pazienti con emorragia “Tutti strumenti fondamentali e necessari per il nostro Pronto Soccorso – ha sottolineato la dott.sa Barbara D’Andrea, Primario del Reparto – la macchina per il ghiaccio, ad esempio, è indispensabile per pazienti affetti da traumi o emorragie, il saturimetro ci permette di avere in tempi celeri i parametri essenziali del paziente che arriva in pronto soccorso. Purtroppo, in questo periodo a causa dell’aumento di incidenti stradali o a causa delle alte temperature questi macchinari risultano essere indispensabili, e per questo non mi stancherò mai di ringraziare la Fondazione e la Senatrice Mafalda Molinari per il suo contributo”. Ma non solo, “L’unica cosa a noi possibile, in questo momento particolare in cui la carenza di personale sta mettendo a dura prova il nosocomio cittadino, è contribuire materialmente al miglioramento dei servizi offerti dalla Asl RMF attraverso apparecchiature adeguate e necessarie – afferma il portavoce della Fondazione Molinari, Savino Lamastra  – Come il caso del Posto di Primo Intervento di Ladispoli a cui abbiamo donato 1 carrello emergenze-urgenze in acciaio inox a due ripiani con cassetti e 1 Carrello servitore in acciaio inox con ruote bloccabili. E ancora 27 sedie da convegno all’Azienda ASL RMF da utilizzare per eventi aziendali di formazione professionale ed aggiornamento nel Centro Polifunzionale.” Ma ritornando sulla questione riguardante l’Ospedale San Paolo, il dott. Giuseppe Quintavalle, ha confermato che per il momento sono stati prorogati 11 contratti ai medici precari . L’unico reparto che si ritrova ora con insufficiente personale è Ortopedia, ma il dott. Quintavalle sta già cercando di provvedere “ Purtroppo sulla carta non risulta esserci carenza di personale, ma a causa di problemi personali, aspettative, maternità, le persone che effettivamente lavorano sono meno di quelle necessarie, e per questo spesso si hanno problemi nelle turnazioni ma soprattutto, non posso inoltrare richieste di personale alla Regione. Posso affermare però, che il 30 luglio importanti novità arriveranno nel settore sanitario locale e per novembre massimo è mia intenzione riorganizzare la struttura del personale dell’Ospedale”.

ULTIME NEWS