Pubblicato il

Pignorati i conti di Civitavecchia Infrastrutture

Pignorati i conti di Civitavecchia Infrastrutture

Un revisore dei conti ha pensato di tutelarsi non avendo ancora incassato la propria parcella per i servizi elargiti. Il delegato alle partecipate Emiliano Santori tranquillizza: «Salveremo la situazione grazie ai due milioni di euro conferiti in questi giorni ad Hcs per l’igiene urbana»

di SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA – Conti pignorati. E il pagamento degli stipendi sliterrà di qualche giorno. È quello che accade proprio in questi giorni a Civitavecchia Infrastrutture. A quanto pare infatti un creditore (un revisore dei conti) avrebbe chiesto il pagamento della sua ‘‘parcella’’ per i servizi elargiti alla società che gestisce il patrimonio pubblico del Comune (e che dovrebbe essere l’ancora di salvezza per Hcs con la fusione in programma) senza però aver trovato risposte positive alla richiesta. E così il tribunale avrebbe disposto il pignoramento dei conti. Dal canto suo però il delegato alle partecipate Emiliano Santori tranquillizza. «Proprio in questi giorni ad Hcs sono stati conferiti circa 2milioni di euro per il contratto di servizio di igiene urbana. In questo modo la holding potrà pagare Civitavecchia Infrastrutture (probabilmente per i canoni di locazione) e con quei soldi si procederà al pagamento del credito vantato dal revisore dei conti». Una operazione che si dovrebbe concludere in pochi giorni. Intanto, si procede spediti nella realizzazione del nuovo piano da presentare al tribunale. Piano che prevede oltre ai 34milioni di euro di patrimonio immobiliare da conferire in CI, anche 7milioni di crediti esigibili a quanto pare provenienti da «soggetti solidi – come riferisce il delegato alle partecipate Santori – che hanno già garantito che pagheranno». Intanto è fissato per sabato un incontro Comune.sindacati su Hcs per sollecitare l’intervento della Regione.

ULTIME NEWS