Pubblicato il

Tidei: «Domani il pagamento degli stipendi»

Tidei: «Domani il pagamento degli stipendi»

Il primo cittadino intende tutelare i lavoratori di HCS nonostante i problemi emersi in questi giorni. I liquidatori: «Continueremo ad adoperarci per raggiungere gli obiettivi prefissati»

Superando il veto del liquidatore di Hcs, dopo il recente provvedimento del Tribunale, il sindaco Pietro Tidei dispone il pagamento degli stipendi. «Il pagamento – scrivono in una nota da palazzo del Pincio – dovrà ora essere effettuato nella mattinata di domani e quindi i dipendenti riceveranno la retribuzione a seconda dei tempi tecnici impegnati per l’accreditamento dai diversi istituti bancari». Una decisione, quella del Sindaco, che ha l’obiettivo di «tutelare anzitutto i lavoratori. Si è così assunto in prima persona – prosegue la nota – la responsabilità di pagare gli stipendi e la 14° mensilità». E il primo cittadino rassicura: «Non posso che continuare a credere di riuscire nel miracolo per salvare tutti i posti di lavoro, ma è evidente che il percorso è lungo e tortuoso e non tutti credono che ce la faremo. Il tribunale ha così legittimamente pensato che non riusciremo a pagare tutti i debiti del 2011 della precedente Giunta. Certo – aggiunge il primo cittadino – ci sarà ancora da sudare e impegnarsi, ma sono oggi più che mai certo del fatto che riusciremo a salvare tutti dal disastro causato dalle precedenti gestioni. Non lasceremo indietro nessuno. Ora – prosegue Tidei – sarebbe bene che una volta capita la gravità della situazione, oggi si remasse tutti dalla stessa parte». E lancia una frecciatina all’ex sindaco Gianni Moscherini: «Tralascio del tutto ovviamente chi specula sul disastro ovvero colui che il disastro lo ha combinato. Anche su questo il tempo ha iniziato a fare giustizia e ora inizia a risultare più chiaro che l’obiettivo di questi era proprio la devastazione delle società senza nessuno scrupolo per i posti di lavoro». Un annuncio, quello di Tidei, al quale fa seguito la posizione assunta in queste ore dai liquidatori, che parlano di una profonda disamina della situazione, fatta in questi giorni, e della volontà di decidere le più opportune azioni tendenti alla rivisitazione e alla modifica del provvedimento del Tribunale. «Attualmente stanno maturando le condizioni per il definitivo  superamento della crisi – fanno sapere i liquidatori –  il tutto in un nuovo quadro di gestione che ha visto la società raggiungere attualmente l’equilibrio economico finanziario. La società opererà nel rispetto della normativa in modo da garantire la prosecuzione dei servizi pubblici essenziali. Pur consapevoli di aver ereditato una situazione deficitaria  – spiegano – continueremo ad adoperarci per  il raggiungimento degli obiettivi prefissati».

ULTIME NEWS