Pubblicato il

Butteri, i rioni ringraziano il sindaco Landi

TOLFA. DOPO LA MANIFESTAZIONE DEGLI ANIMALISTI I RESIDENTI ELOGIANO L’OPERATO DEL PRIMO CITTADINO «È stato per giorni al centro di ogni tavolo organizzativo»

TOLFA. DOPO LA MANIFESTAZIONE DEGLI ANIMALISTI I RESIDENTI ELOGIANO L’OPERATO DEL PRIMO CITTADINO «È stato per giorni al centro di ogni tavolo organizzativo»

TOLFA – «Numerosi gli appassionati che hanno partecipato al 25° Torneo Rionale a testimonianza dell’attaccamento alle proprie radici. E’ stata una vittoria non solo per il Casalaccio che ha conquistato l’ennesimo Drappo, ma per l’intero paese che ha voluto tenere ben stretto il suo Torneo dei Butteri». E’ così che si esprimono i presidenti dei Rioni di Tolfa a proposito del torneo di domenica. «Nella Maremma laziale di competizioni simili ce ne sono tante – spiegano dal Rione Cappuccini – per la prima volta però abbiamo avuto la presenza di un gruppo di animalisti che hanno manifestato il loro disappunto contro il Torneo dei Butteri degenerando nel comportamento e nei modi. C’è stato dato degli ‘‘incivili’’ dei ‘‘bifolchi’’ e altre accuse e offese ma, nonostante il lancio di pomodori degli animalisti a noi spettatori, il lancio di bottiglie chiuse con il tappo verso i cavalieri e i cavalli, abbiamo tenuto duro e abbiamo ben rappresentato il Torneo e Tolfa». Dai Cappuccini e dagli altri Rioni il grazie al «sindaco Landi per l’enorme responsabilità che ha saputo prendersi, non solo domenica durante il Torneo, ma nei giorni precedenti che lo hanno visto al centro di ogni tavolo organizzativo, non in ultimo a quell’appuntamento che ogni sera e a qualsiasi ora aveva con i Presidenti dei Rioni; forte è stata la sua sensibilizzazione alla calma, altrettanto forte è stata la risposta dei Rioni che hanno difeso il paese da intrusi senza cadere in tranelli strani. Un grazie alle Forze dell’ordine, Carabinieri, Polizia, Anti-sommossa, Forestale, Polizia Municipale e ProCiv che hanno svolto brillantemente il loro compito. Il nostro Torneo si è svolto regolarmente e così dovrà essere nei prossimi anni: No a chi ci vuole boicottare, no a chi non conosce la differenza tra interessi personali e bene dell’intera collettività, no ai manifestanti offensivi». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS