Pubblicato il

Occhio a gettare rifiuti pericolosi

S. MARINELLA. Con l’atto restrittivo della forestale si rischia la denuncia penale e una multa di 3.600 euro Tolleranza zero contro gli incivili. Previsti altri sopralluoghi

S. MARINELLA. Con l’atto restrittivo della forestale si rischia la denuncia penale e una multa di 3.600 euro Tolleranza zero contro gli incivili. Previsti altri sopralluoghi

S. MARINELLA – Ha avuto una vasta eco, il blitz compiuto ieri l’altro dalla Guardia forestale che ha sequestrato tre discariche abusive. L’operazione condotta dalla stazione di Civitavecchia comandata dal maresciallo Salvatore Verzilli, ha posto all’attenzione dell’amministrazione comunale e dei cittadini un problema che fino ad ora non aveva trovato soluzione. Con l’atto restrittivo compiuto dalla Guardia Forestale su delega della Procura della Repubblica, ora chi è abituato a gettare rifiuti pericolosi nelle colline santamarinellesi dovrà stare molto attento perchè, oltre ad una multa di 3.600 euro, rischia anche la denuncia penale. Gli uomini di Verzilli comunque non si fermeranno all’intervento di giovedì. In caso di denunce, saranno effettuati altri sopralluoghi per individuare nuove discariche abusive che saranno comunque monitorate costantemente dalla Forestale che obbligherà il Comune a ripulire nei termini stabiliti (e cioè entro 90 giorni) altrimenti le denunce verranno estese all’organo comunale. Inoltre, i forestali, effettueranno nelle zone transennate, rilievi specifici per individuare chi ha gettato i rifiuti inquinanti. In caso di ritrovamento di prove inconfutabili, i trasgressori saranno perseguiti per legge. Anche il delegato comunale all’ambiente e al territorio Luca Astori minaccia procedimenti penali verso chi, in barba alle regole, continua a gettare rifiuti creando discariche a cielo aperto. «Non solo li denunceremo – commenta Astori – ma ci costituiremo parte civile nel processo chiedendo i danni ambientali». Sulla vicenda intervengono anche i consiglieri di minoranza. «Il sequestro costituisce un fatto gravissimo la cui responsabilità ricade sull’amministrazione». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS