Pubblicato il

Ricollegare le linee ferroviarie fl3

E' il progetto al quale sta lavorando il neo assessore ai Trasporti della Provincia di Viterbo Roberto Staccini che ha incontrato il Comitato pendolari FL3 Lago di Bracciano 

E' il progetto al quale sta lavorando il neo assessore ai Trasporti della Provincia di Viterbo Roberto Staccini che ha incontrato il Comitato pendolari FL3 Lago di Bracciano 

BRACCIANO – Roberto Staccini è stato nominato assessore della Provincia Viterbo all’Agricoltura, caccia e pesca, programmazione e sviluppo economico ed attività produttive, trasporti e mobilità ed è già al lavoro. Venerdì scorso ha incontrato in via Staffi, Luca Pagni e Carlo Leoni del Comitato pendolari Fl3, lago di Bracciano, che lo hanno subito coinvolto in un progetto ambizioso: ricollegare le linee ferroviarie Fl3 (Roma nord – Roma Orte) a Viterbo Porta Fiorentina,  al fine di valorizzare l’indotto legato al turismo eno-gastronomico, naturalistico, termale, venatorio e legato ad agriturismi ed ippovie della Tuscia e del Viterbese più in generale, oggetto anche di campi scout e pellegrinaggi sulla via Francigena. Al neo assessore è stato consegnato anche il verbale del consiglio comunale di Bassano Romano del 30 maggio che chiedeva con voto unanime alla Regione Lazio, Trenitalia ed Rfi, l’attivazione di un numero consono di fermate per entrambe le direzioni presso la stazione di Bassano Romano, dove oggi salgono e scendono a richiesta, solo gruppi di ragazzi diretti al vicino campo scout B.P. Park. La Fl3 (Roma – Cesano – Viterbo) è una linea ferroviaria strategica per raggiungere poli medici importanti come gli ospedali San Filippo Neri ed il Policlinico Gemelli a Roma, e consente di arrivare alle stazioni di Viterbo presso le quali è previsto il servizio bus urbano per raggiungere velocemente il vicino palazzo di vetro con gli ambulatori Ausl o l’ospedale Belcolle. Il numero e la frequenza delle fermate a Bassano Romano potranno essere concordate seguendo un processo partecipato tra i soggetti interessati (F.S, Comune e cittadinanza bassanese), da concludersi con una assemblea pubblica che verrà convocata e coordinata dal Comune di Bassano Romano, con il supporto del Comitato pendolari FL3 Lago di Bracciano. Nell’incontro si è parlato anche del “Piano di Bacino dei Trasporti” con cui nel 2012 la Provincia di Viterbo ha coinvolto tutti i sindaci del viterbese, come Sandrino Aquilani di Vetralla che è stato ricevuto da poco dal presidente della Repubblica italiana, a cui ha fatto presente le forti difficoltà economiche e dunque sociali dei Comuni del Viterbese. Il Comitato pendolari Fl3 Lago di Bracciano ha chiesto formalmente alla Provincia di Viterbo di coinvolgere la Regione Lazio, committente del Contratto pubblico di Trasporto regionale, affinché chieda ad Rfi e Trenitalia di approntare uno studio di fattibilità della riunione delle linee Fl3 (Roma Nord – Roma Orte) che in passato erano unite a Viterbo Porta Fiorentina. Sarebbe auspicabile anche il raddoppio della FL3 almeno da Cesano fino a Bracciano. La copertura finanziaria si potrebbe ottenere da Finanziamenti Europei, come i Fondi Sociali Europei 2014 – 2020 destinati al recupero delle stazioni impresenziate italiane per scopi sociali, turistici e culturali. “Purtroppo – dice Staccini – negli ultimi anni i comuni del Lazio attraversano una forte crisi di liquidità, in parte dovuta ai tempi lunghissimi con cui la Regione Lazio eroga i contributi assegnati, soprattutto quelli riguardanti la realizzazione di opere pubbliche. Sarebbe dunque auspicabile una maggiore puntualità nei rapporti tra diversi livelli istituzionali”.

ULTIME NEWS