Pubblicato il

Vigile urbano annega a Narbolia, sconvolti i colleghi

CIVITAVECCHIA – La notizia della morte di Pier Paolo Boi ha sconvolto i colleghi della Polizia locale. «Sono stato il suo capoturno per quattordici anni – ha commentato il tenente Renato Pizza – era un po’ introverso ma lo ricordo come un ragazzo d’oro che teneva tantissimo al suo lavoro». Dello stesso avviso l’agente Mirko Regnani: «Una persona sempre disponibile e molto professionale e scrupolosa, con lui ho sempre avuto un buon rapporto». Franco Barlaam commenta così l’accaduto: «Siamo a pezzi, nessuno poteva immaginare questa tragedia. Pier Paolo era un ragazzo a cui non si poteva non volere bene: gradevole nella vita privata, attento e serio sul lavoro. Siamo tutti sconvolti da questa assurda notizia». «Ho appreso con grande dolore la notizia dell’agente scelto Pierpaolo Boi – dice il presidente della massima assise cittadina Marco Piendibene – deceduto per un incidente. Pertanto, a nome mio personale e di tutto il consiglio comunale mi sento di esprimere vicinanza ai suoi cari in questo momento di dolore e solidarietà ai suoi colleghi, che senza dubbio sentiranno la mancanza dell’importante contributo che l’agente Boi forniva con il suo lavoro quotidiano». Chi lo conosceva benissimo è la collega Daniela Fantauzzi, che commossa lo ricorda: «Per me era semplicemente Paolino, un grande amico. Sono tra le poche persone fortunate ad averlo veramente conosciuto, era generoso e altruista, impagabile e preparato. Lascia in me un vuoto incolmabile, con la consolazione che ora, dove si trova, lui è felice e ci sorveglierà da lassù. Ti voglio bene Paolino». Il tenente colonnello Enrico Biferari è partito per la Sardegna con una delegazione per partecipare ai funerali con il gonfalone del corpo: «Sono senza parole, lo ricorderò sempre con affetto».

ULTIME NEWS