Pubblicato il

Concordia, istituzioni unite sul porto

Concordia, istituzioni unite sul porto

Il sindaco: «Stiamo lavorando su un progetto serio che sveleremo tra breve». Incontro oggi a Roma, tra Tidei e i presidenti Monti e Zingaretti

CIVITAVECCHIA – Comune, Autorità Portuale e Regione Lazio fanno quadrato per cercare di portare il relitto della Costa Concordia, appena riportato in asse grazie ad una complicata operazione di alta ingegneria seguita da tutto il mondo,  al porto di Civitavecchia. Si è infatti tenuto nel pomeriggio a Roma un incontro tra il presidente della Pisana Nicola Zingaretti, il sindaco Pietro Tidei ed il presidente di Molo Vespucci Pasqualino Monti. Un incontro sul cui esito vige da parte dei tre partecipanti un «no comment». L’unica certezza è che mai come in questo caso c’è una così stretta unità d’intenti per convicere il Governo e la stessa compagnia Costa Crociere  sull’idoneità dello scalo civitavecchiese ad ospitare le operazioni di smantellamento del relitto. «Abbiamo un progetto serio al quale stiamo lavorando», ha ammesso ieri sera il sindaco Pietro Tidei. «Un progetto che sveleremo insieme ai presidente Monti ed al presidente Zingaretti nei prossimi giorni. Questo è il momento di lavorare sotto traccia per non compromettere tutta l’operazione».  Top secret dunque sulle modalità di questo progetto, che dovrà superare la concorrenza in primis di Piombino, sul quale punta tutta la Regione Toscana per ospitare le operazioni di smantellamento, ma anche quello di Palermo, altra location che rientra tra le più accreditate e che avrebbe già pronto il bacino di carenaggio.

ULTIME NEWS