Pubblicato il

Ugl: "L'amministrazione si attivi per il passaggio in Ato2"

CIVITAVECCHIA – «Per risolvere la questione Hcs la maggioranza si deve subito attivare per il passaggio in Ato2». A suggerire la ricetta all’amministrazione Tidei è l’Ugl territoriale: «Se l’amministrazione vuole rimettere a regime e impedire brutti scivoloni alla Holding – spiega il coordinatore territoriale dell’Ugl Fabiana Attig – deve avere il coraggio di andare fino in fondo. Mai come in questo momento occorrono senso di responsabilità, onestà intellettuale e anche polso fermo. Affrontare la questione del passaggio in Ato2 del Comune equivale a senso di responsabilità oltre che rispetto delle istituzioni». E Attig, sottolineando che già ora «stiamo vivendo l’esperienza di una società interamente pubblica per la gestione dell’idrico» invita l’amministrazione ad accelerare i tempi per il passaggio in Ato2 o quantomeno a spiegare perché «si preferisce mantenere – dice Attig – il settore idrico in forte perdita dentro Hcs, gravando notevolmente di circa 5milioni di euro all’anno, quando esiste una grande opportunità di garanzia per i cittadini con un sistema tariffario stabilito dalla conferenza dei sindaci e certamente una migliore qualità dell’acqua». Ma non solo, «grazie a un accordo con i sindacati col passaggio ad Ato2 – conclude Attig – sarebbero tutelati anche i livelli occupazionali».

ULTIME NEWS