Pubblicato il

Città Pulita, a rischio Valentinis

Città Pulita, a rischio Valentinis

Il primo cittadino starebbe valutando la possibilità di rimuovere il liquidatore. "La produttività della Sot - ha detto Tidei - lascia molto a desiderare"

di SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA – La città continua ad essere sporca (anche se un po’ meno), gli operai continuano a non svolgere a pieno i loro compiti e così il primo cittadino starebbe valutando l’ipotesi di rimuovere il liquidatore di Città Pulita Svevo Valentinis. “Nonostante lo sforzo di questa amministrazione – ha infatti detto Tidei – che sta cercando di migliorare la qualità del servizio con l’istituzione delle borse lavoro, la produttività di Città Pulita lascia molto a desiderare”. Da qui l’idea che forse il liquidatore romano, il cosiddetto “tagliatore di teste” non sia la persona giusta a rimettere in riga i lavoratori. “Tantissimi continuano a non svolgere le proprie mansioni. Anziché stare in strada – ha tuonato Tidei anche durante il consiglio comunale di questa mattina – trascorrono il loro tempo nei bar”. E gli effetti si vedono, tanto che si sono rese necessarie delle task force per rimettere a nuovo la città. Dopo la zona Aurelia gli operai della sot si sono dedicati alla pulizia del Casaletto Rosso. Prossimo appuntamento martedì a Campo dell’Oro con l’uso di venti unità. “L’obiettivo – si legge in una nota del Pincio – è quello di migliorare il decoro cittadino, andando a chiedere un contributo fattivo ai cittadini tutti per mantenere pulite le strade”. Motivo per cui dal Pincio invitano tutti a contattare, per eventuali segnalazioni, i Comitati della zona oppure direttamente il delegato Giuseppe Traini.

ULTIME NEWS