Pubblicato il

«La Traiana può smaltire il ferrocromo»

«La Traiana può smaltire il ferrocromo»

La Procura mantiene il sequestro ma concede alla società di trasportare i cumuli. Sul caso interviene Enrico Luciani, intervistato a ‘‘Dentro la Notizia’’ sulla Cooperativa Impresa Lavoratori Portuali, tra le ditte indagate: «Non ha nulla a che vedere con la Cpc»

CIVITAVECCHIA – La Procura della Repubblica concede alla Traiana di poter trasportare alle acciaierie i cumuli di ferrocromo oggetto dell’indagine della stessa magistratura inquirente. La soluzione della Procura va esattamente nella direzione che, per certi versi, era stata richiesta dalla stessa società, ovvero di poter proseguire il lavoro in modo da non rischiare di compromettere un traffico fondamentale per la stessa Traiana e per l’intero porto, anche se l’area in questione resta comunque sotto sequestro. Un’istanza che era stata presentata dai legali della Traiana, gli avvocati Luigi Benni ed Andrea Miroli. Intanto sull’argomento è intervenuto questa mattina, nel corso di un’intervista a ‘‘Dentro la Notizia’’, la rassegna stampa che va in onda su Provincia Tv, il vice sindaco, nonché presidente della Compagnia Portuale, Enrico Luciani.  Quest’ultimo  ha praticamente smentito che la Cooperativa Impresa Lavoratori Portuali (una tra le 4 imprese indagate) possa essere riconducibile alla Compagnia Portuale. «E’ una società a se stante» ha detto Luciani, che poi  ha anche aggiunto che in ogni caso «la dispersione delle polveri è limitata al massimo all’area dove opera, non certo all’intera città, e con i lavoratori che agiscono in assoluta sicurezza». 

ULTIME NEWS