Pubblicato il

ProLoco, buco da 250mila euro

ProLoco, buco da 250mila euro

Emersi debiti nei confronti dell’Inps, dell’Inail e di alcuni fornitori. L’associazione senza scopo di lucro ora rischia il commissariamento

CIVITAVECCHIA – Un debito che arriva a 250mila euro e un commissariamento alle porte, difficilmente evitabile. Non naviga in buone acque la ProLoco di Civitavecchia, almeno stando a quanto recentemente appurato dal direttivo che si è recentemente costituito e che vede Maria Cristina Ciaffi ricoprire il ruolo di presidente. Una situazione drammatica relativa alle casse dell’associazione, che entro breve tempo potrebbe portare lo scioglimento del direttivo stesso, così come prevedrebbe lo statuto. Nessun commento da parte dei vertici della ProLoco, solo indiscrezioni che se confermate metterebbero in discussione la gestione degli anni passati. Debiti su debiti, che si sarebbero accumulati nei confronti dell’Inps e dell’Inail, per non parlare dell’Iva non versata e de fornitori a cui non sarebbe stato corrisposto il dovuto. Ma ci sarebbe anche qualcosa di più grave: da una prima analisi, la consistenza patrimoniale non corrisponderebbe a quanto riportato nella parte attiva del bilancio approvato dall’assemblea dei soci al momento del passaggio delle consegne. A poco potrebbe servire la disponibilità dell’attuale direttivo, già al lavoro nell’attività di mediazione con Equitalia, trattandosi di un soggetto senza scopo di lucro e che quindi non dispone di entrate certe.

ULTIME NEWS