Pubblicato il

Il Traiano apre le porte ai giovani

CIVITAVECCHIA – Una storia lunga 170 anni, quella del teatro comunale Traiano, pronto a festeggiare alla grande questa importante ricorrenza. «Come festeggiare al meglio? – ha spiegato il direttore artistico Pino Quartullo – ovviamente andando a teatro». E questo cercando di coinvolgere soprattutto i più giovani. «I ragazzi non frequentano il teatro – ha aggiunto Quartullo – perché spesso non possono permettersi un abbonamento. E così abbiamo cercato di andare incontro ai più giovani, gli under 25, proponendo un abbonamento da 33 euro per la Grande Stagione di Prosa: in pratica sono 3 euro a spettacolo. Non potevamo fare di meglio e speriamo possa davvero richiamare il pubblico giovane a teatro. E poi abbonarsi conviene: si hanno molte agevolazioni, come sconti e priorità di scelta di posti per gli altri spettacoli a sconti per il cinema Royal e visite archeologiche gratuite». Dal 23 ottobre sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti. A detta del direttore artistico quella di quest’anno sarà una stagione straordinaria, «con grandi nomi pronti a calcare la scena cittadina. Abbiamo mantenuto – ha spiegato – la suddivisione dello scorso anno, con la grande prosa, a teatro con mamma e papà la domenica pomeriggio ed il Traiano ridens, quattro spettacoli comici i cui biglietti possono essere acquistati anche singolarmente. Potremo vedere grandi attori giovani di cinema alle prese con il teatro, da Valerio Mastrandrea a Beppe Fiorello, passando per Filippo Timi e Pierfrancesco Favino». E poi la novità del libretto degli spettacoli, che si è trasformato in un vero e proprio giornale in bianco e nero «ispirato – ha concluso il direttore artistico – al manifesto del Traiano il cui originale, del 1844, ci è stato regalato dallo storico Carlo De Paolis alla fine delle “82 giornate”. Lo abbiamo esposto al Traiano in modo tale che tutti, venendo a teatro, possano leggere e scoprire cosa veniva programmato 170 anni fa». 

ULTIME NEWS