Pubblicato il

E sui rifiuti indifferenziati, Bacheca: "Avviare un tavolo di lavoro e confronto su Cupinoro"

E sui rifiuti indifferenziati, Bacheca: "Avviare un tavolo di lavoro e confronto su Cupinoro"

Il Sindaco di Santa Marinella: “Mancano i tempi le risorse economiche per adeguarci alla circolare”

SANTA MARINELLA – Il Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca interviene in merito alla questione relativa la discarica di Cupinoro, nella quale, con circolare del Ministro Orlando, dal 31 di Ottobre non sarà più possibile conferire rifiuti indifferenziati, se non dopo aver intrapreso il trattamento presso gli appositi impianti di Tmb, a tutt’oggi inesistenti nel comprensorio. “MI associo ai colleghi dei Comuni che si servono della discarica di Cupinoro – afferma Bacheca – per esprimere il mio più totale sdegno e disaccordo su quanto deciso con la Circolare del Ministro Orlando. Abbiamo già dovuto applicare obbligatoriamente la TARES in cui, di fatto, saranno automaticamente aumentate le tariffe nei confronti dei cittadini in un periodo storico di crisi economica per le famiglie e nonostante il progetto di Raccolta Differenziata “Porta a Porta” che da due anni stiamo intraprendendo a Santa Marinella. Ora ci toccherà, a nostre spese e per nostro conto, avviare le procedure necessarie per individuare un apposito impianto di trattamento dei rifiuti. In primis il tempo a disposizione è decisamente limitato – continua il Sindaco – in secondo luogo dovremmo in fretta e furia trovare anche le risorse economiche per adempiere a tutto ciò, e francamente mi sembra assurdo o quantomeno irragionevole. Ho già contattato il Sindaco di Bracciano – conclude Bacheca – che si è detto disponibile ad avviare un tavolo di lavoro e di confronto con gli altri 26 Sindaci dei Comuni interessati. In quell’occasione chiederemo quantomeno una proroga alla Regione Lazio”.
 

ULTIME NEWS