Pubblicato il

Tvs, Ugl: "Gli effetti della privatizzazione si abbattono sulla nostra città"

CIVITAVECCHIA – Tirreno Power “sorvegliata speciale”. A puntare i riflettori sul polo energetico è l’Ugl Chimici Energia. “Con l’escamotage della realizzazione di una nuova unità, si riduce al minimo il personale direttamente occupato nel sito – scrivono dall’Ugl – creando un vero e proprio ramo d’azienda che in un prossimo futuro potrebbe anche essere ceduto, con la conseguente riduzione del personale diretto da Tirreno Power. Non bastano – spiegano da Ugl Chimici Energia – le attuali garanzie, soprattutto, quando nella sua storia recente Tirreno Power non ha di solito mantenuto gli accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali. Quello che i lavoratori di Civitavecchia avvertono sulla propria pelle è un vero e proprio abbandono del sito, sia sotto il profilo degli investimenti, sia sotto il profilo di una vera e propria discriminazione”. Per l’Ugl, la conseguenza del progetto di riorganizzazione presentato dalla società “è quella di produrre il raddoppio degli esuberi, che passano da 35 a più di 70”. Critiche anche sulla “spasmodica ricerca all’abbattimento dei costi attuata negli ultimi tempi avviene anche a discapito della sicurezza del sito, dove, fatto gravissimo, lo scorso fine settimana per evitare il ricorso allo straordinario per un operatore è venuta a mancare la squadra di emergenza, eludendo quindi le più basilari norme di salvaguardia dell’impianto. Per quella che la Ugl Chimici Energia ritiene una sconsiderata manovra atta solo a rendere più appetibile la centrale nei confronti da parte di eventuali futuri acquirenti o azionisti, manterremo alto il livello di attenzione, ricorrendo ad ogni forma di lotta possibile nel caso in cui l’azienda continui a non voler accogliere i suggerimenti di modifica proposti a ridurre tale ridimensionamento e a dare le necessarie garanzie sul futuro lavorativo dei dipendenti”. E il sindacato si appella alle “istituzioni locali affinché si facciano carico politicamente per la salvaguardia dell’occupazione sul territorio”.

ULTIME NEWS