Pubblicato il

"Sel non vuole salvare Hcs"

La denuncia dell'Ugl

La denuncia dell'Ugl

CIVITAVECCHIA – “Su Hcs Sel sta perdendo tempo. Tutto con la complicità della Regione”. La denuncia arriva dall’Ugl confederale di Civitavecchia. “Questa organizzazione sindacale – spiega Fabiana Attig – nel mese di luglio fece fare al capogruppo alla Regione Luca Gramazio un’interrogazione con risposta scritta al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, nella quale si chiedeva esplicitamente che la Regione si facesse garante del Piano di Ristrutturazione della holding (Piano industriale) presso il Tribunale di Civitavecchia, al fine di scongiurare il fallimento e di impegnare formalmente la Regione, nei vari tavoli inter-assessorili”. E la risposta, negativa, a quanto pare sarebbe arrivata l’11 settembre da parte dell’assessore regionale al Lavoro, Lucia Valente. Nella sua risposta l’Assessore ha detto che “si evidenzia l’impossibilità, ad oggi, di fornire un parere in quanto tale piano di ristrutturazione non è nella disponibilità di questo assessorato”. E per l’Ugl a questo punto è chiara una cosa: “Fino ad oggi abbiamo partecipato a una farsa che aveva un solo scopo: quello di perdere tempo fino ad arrivare alla messa in cassa integrazione dei lavoratori. Farsa – prosegue la rappresentante dell’Ugl, Fabiana Attig – avallata, a questo punto, anche dalla Regione. Come si fa a pensare che un assessore regionale possa avviare una serie di trattative con un Comune per evitare un fallimento, senza farsi consegnare tutti gli atti amministrativi e contabili?”. E a questo punto, l’Ugl chiede “immediati chiarimenti” al Sindaco e all’Assessore al Lavoro Sergio Serpente perché la risposta fornita dalla Regione Lazio è grave e lesiva circa tutte le iniziative finora intraprese. Non avalleremo mai la messa in cassa integrazione dei lavoratori to cur, al contrario questa sigla sindacale avvierà ogni forma di lotta alla salvaguardia dei posti di lavoro. Codici etici e demagogia pura,  farebbero bene ad applicarla in casa propria e non in quella degli altri”. E ad intervenire sulla questione è anche il capogruppo Pdl in Regione Luca Gramazio: “Da mesi, anche grazie al grande lavoro svolto dall’Ugl di Civitavecchia, abbiamo posto l’attenzione sulla vicenda Hcs, con oltre 400 lavoratori a rischio, e oggi ancora non siamo in grado di analizzare una proposta di ristrutturazione seria e valida. Un atteggiamento debole e superficiale da parte del centrosinistra. Peraltro – aggiunge Gramazio – la vicenda Hcs dura da diverso tempo, ed è il momento di maggiore incisività: basta con gli incontri a vuoto e gli atti di presenza. Serve una partecipazione fattiva e consapevole delle istanze in questione, in primis da parte della Giunta Zingaretti, e maggior determinazione al fine di affrontare le reali problematiche del nostro territorio”.

ULTIME NEWS