Pubblicato il

"L'8 gennaio tutti al nuovo mercato"

"L'8 gennaio tutti al nuovo mercato"

La promessa del sindaco Tidei che oggi ha incontrato i macellai dell'ittico. Preoccupazione per le superfetazioni

CIVITAVECCHIA – Passo in avanti nella riqualificazione del mercato. Progetti alla mano, infatti, i macellai dell’ittico hanno potuto verificare le esatte misure dei loro box, con il sindaco Tidei che ha promesso loro: «l’8 gennaio toglieremo il tendone e staccheremo la luce». Ed il trasferimento è servito. Sessanta giorni per ordinare il proprio bancone ed un mese per traslocare dalla trincea al nuovo mercato. Questo a pochi giorni dalla manifestazione con la quale alcuni operatori, sarcasticamente, hanno festeggiato i tre anni dall’inizio dei lavori di ristrutturazione non ancora terminati. «In pochi mesi – spiegano i macellai – questa amministrazione ci ha accontentati e ha risolto tanti problemi lasciati dalla precedente giunta». In queste settimane verranno portati avanti i lavori di montaggio della parte in ferro e allestiti i box procedendo alla scelta del maiolicato. Interventi da 165 mila euro che, come spiegato dall’assessore Mecozzi e dai tecnici del Pincio, non erano contemplati nel progetto originario. Così come le superfetazioni. Ma mentre per i macellai la situazione sembra ormai risolta ed il conto alla rovescia per l’atteso trasferimento è partito, così non è per i box intorno proprio all’ittico. Ventiquattro le famiglie preoccupate per il loro futuro. «Qui si parla di tagli di nastri e di ritorno al rinnovato mercato – hanno sottolineato alcuni rappresentanti – ma noi che fine facciamo? Rischiamo di rimanere senza lavoro. Abbiamo atteso tre anni, si potrebbe anche attendere qualche mese in più per vedere risolti anche i nostri problemi e tornare davvero tutti insieme ai vecchi posti». In questo senso il 24 ottobre è convocata la nuova conferenza dei servizi, dopo quella già andata deserta nei mesi scorsi. Poi si attenderà la decisione della Soprintendenza, con il Comune pronto comunque a realizzare i box. «La nostra idea – ha infatti chiarito Tidei – è quella di realizzare quei box assenti nel progetto della vecchia amministrazione».

ULTIME NEWS