Pubblicato il

Nuove assunzioni per le pulizie del comune, i sindacati protestano

CIVITAVECCHIA – Ancora problemi per i dipendenti delle pulizie del comune. Dopo la promessa, ad oggi non mantenuta, dell’amministrazione comunale (la restituzione delle ore sottratte ai dipendenti), ora arriva anche la beffa. “Abbiamo saputo proprio ieri – hanno spiegato i segretari di Filcams Cgil Marco Feuli e di Fisascat Cisl Silvano Corda – che l’azienda ha assunto alcune persone senza minimante tener conto di lavoratori che da anni campano con stipendi da fame ma soprattutto senza aver ripristinato i parametri persi, tutto ciò nel silenzio più preoccupante dell’amministrazione comunale, senza contare che il passaggio è avvenuto per 87 unità e già oggi se ne contano 90 tra tempi determinati ed indeterminati. Ribadiamoche come sindacati – hanno aggiunto – siamo sempre stati favorevoli alle assunzioni e all’occupazione ma in questo caso crediamo che altre assunzioni porterebbero solo a un aggravamento della situazione e a uno stagnamento delle posizioni già esistenti senza nessuna possibilità di miglioramento economico per i lavoratori già dell’appalto, anzi con l’aumento del numero dei dipendenti molti vedono sempre più lontana la possibilità di recuperare le ore perse. Questo non possiamo permetterlo – hanno tuonato Feuli e Corda – è ora che il comune mantenga le promesse fatte ai lavoratori, che sono stanchi di promesse vane che si sono susseguite in anni di stipendi da fame. Adesso è ora di dire basta. Se lo stato di agistazione non bastasse – hanno concluso – potremmo decidere assieme ai lavoratori forme di lotta più pesanti”.

ULTIME NEWS