Pubblicato il

Italcementi, domani il Consiglio comunale

Italcementi, domani il Consiglio comunale

Ancora incerta la presenza di Sel tra i banchi della Pucci. Il capogruppo Ismaele De Crescenzo: "Stiamo lavorando alacremente". È atteso entro oggi il "verdetto" decisivo

CIVITAVECCHIA – Il consiglio comunale ci riprova. Domani mattina alle 9.30 la massima assise cittadina si riunirà infatti alla Pucci per discutere e approvare la delibera su Italcementi che questa volta sarà corredata anche da un ordine del giorno, voluto dal sindaco Pietro Tidei dopo gli stop imposti da Sel. Una cosa però sembra certa: senza accordo sui cinque punti chiesti dal partito del vice sindaco Enrico Luciani (acqua, terme, aia, codice etico e Italcementi) i consiglieri di Sel domani non si presenteranno al Pincio. Al momento, dunque, proseguono i lavori all’interno della maggioranza, con i capigruppo in questi giorni impegnati a trovare l’intesa. E se su Italcementi il sindaco è stato chiaro sin dall’inizio, la delibera non si tocca, su Aia e Terme inizia ad aprirsi uno spiraglio. Sul primo punto, infatti, il primo cittadino ha dato mandato al presidente dell’osservatorio ambientale Marsili di convocare un tavolo tecnico permanente a cui siederanno degli esperti che studieranno e valuteranno la situazione ambientale della città e qualora dovesse essere necessaria la riapertura dell’Aia di Tvn, il sindaco si è detto disposto a chiederne la riapertura. Per quanto riguarda invece le Terme nei giorni scorsi il direttivo del Partito democratico ha convocato l’architetto Ermanno Mencarelli e l’assessore ai Lavori Pubblici Mirko Mecozzi per illustrare ai democrat la situazione attuale, con alcuni atti della precedente amministrazione che andranno “sicuramente – come spiegato dal coordinatore del Pd Clemente Longarini – revocati in quanto illegittimi”. Discussione che successivamente si sposterà all’interno della maggioranza. Ma per sapere, se i consiglieri di Sel domani si presenteranno in aula occorrerà attendere il pomeriggio, quando il quadro dovrebbe essere ormai definito. Intanto ad intervenire sull’affaire Italcementi e sui malumori all’interno della maggioranza, questa mattina, sono stati i consiglieri di maggioranza Emiliano Santori e Fabrizio Lungarini e il coordinatore di Sel Pierfranco Peris. Per i primi, secondo quanto dichiarato ai microfoni di Corrado Orfini, durante il programma Talk in the city, “non si può subordinare la delibera su Italcementi, che interessa tutta la città, a problemi meramente politici tra qualcuno e il sindaco Tidei”. E qualora l’accordo oggi non fosse raggiunto, per il consigliere comunale Santori una cosa è chiara: “Come lista civica ribadiamo la nostra posizione, senza valutare il piano B (le Larghe intese)”. Lungarini invece avverte: “Se qualcuno vuole incassare qualcosa dalla delibera Italcementi che non sia qualcosa prettamente politico, noi non ci stiamo. Non si può subordinare il voto su un provvedimento già definito corretta, alla risoluzione di problemi che riguardano altro e che interessano non tutta la maggioranza ma solo una parte di essa”. A buttare acqua sul fuoco, invece, è stato il coordinatore di Sel Pierfranco Peris che, sempre questa mattina durante la diretta radiofonica, si è detto ottimista: “Sono sicuro che la maggioranza, prima del consiglio comunale, troverà la quadra sui cinque punti. Oggi ci troviamo immersi in un clima carico di armonia”. E Peris si è detto “speranzoso anche per quel che riguarda l’esito del consiglio comunale di domani”. Intanto per il sindaco Pietro Tidei domani i consiglieri di Sel siederanno tra i banchi della Pucci insieme al resto della maggioranza e voteranno insieme ai colleghi a favore della delibera. Delibera che “non si cambia” e a cui “è stato aggiunto un ordine del giorno che ho personalmente redatto – ha detto il sindaco Tidei – e a cui altri hanno apportato qualche piccola modifica sicuramente migliorativa”. Per quanto riguarda poi l’accordo da raggiungere con Sel per Tidei c’è tempo: “Non si può trovare un’intesa su così tanti argomenti in un solo giorno. Domani si vota Italcementi, nei prossimi giorni poi i partiti avranno la possibilità di incontrarsi e decidere il da farsi su ogni singolo provvedimento da prendere. Dalle terme, all’acqua”.

ULTIME NEWS